Pagina:Zibaldone di pensieri VII.djvu/233

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
226 pensieri (4280-4281)

neri nell’isola di Cuba hanno diritto di forzar per giudizio i loro padroni a venderli ad altri, in caso di mali trattamenti. Vedi il Nuovo Ricoglitore, loc. cit. qui sopra, p. 175. Cosí appunto gli schiavi aveano il diritto τοῦ πρᾶσιν αἰτεῖν presso gli Ateniesi, dov’erano meglio trattati che in alcun’altra parte di Grecia. Vedi Casaubon. ad Athenae. l. VI, c. 19. init (Recanati. 15 aprile, dí di Pasqua. 1827).


*    Dico altrove che la moderna pronunzia francese distrugge ed annulla bene spesso l’imitativo che aveva il suono della parola in latino, e in cui spesso consisteva tutta la ragione di essa parola. Il simile si dee dire di altre voci che la lingua francese ha da altre lingue che la latina, ovvero sue proprie ed originali. Miauler, miaulement parole espressive della voce del gatto, nella lor forma scritta (e però primitiva) hanno una perfettissima imitazione, nella pronunziata che ne rimane? Ognuno che abbia udito una sola volta il verso del gatto, sa che esso è mià e non miò; e dirà imitativo l’italiano miagolare (o sia questo originato dal francese, o viceversa, o l’uno  (4281) e l’altro nati indipendentemente dalla natura), e corrotto affatto il franc. miauler, miaulement (noi diciamo miao o gnao, come anche gnaulare, e non già gnolare). Gli spagnuoli maullar o mahullar, maullido, maullamiento, mau (16 aprile. Lunedí di Pasqua. 1827).


*    Miauler franc. maullar o mahullar spagnuolo - mia-g-olare.


*    Upupa latino e italiano - bubbola. Hamus-hameau.


*    Alla p. 4255. principio. Vir gente et fama nobilis, dice il Reimar, Praefat. ad Dion., § 6, di Giovanni Leunclavio, famoso erudito tedesco del secolo XVI, quem merito admiratur Marquardus Freherus in epistola de-