Pagina:Zibaldone di pensieri VII.djvu/465

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
456 pensieri (4519-4520)

(e che par favorire la congettura del Niebuhr, la quale ha però altri fondamenti), può essa ancora essere ingannevole, e non significare che la poca arte e istruzione di que’ vecchi poeti, come dico altrove. Simili a quei pittori o artefici de’ tempi bassi, e ad alcuni anche de’ buoni secoli, che rappresentavano personaggi antichi e stranieri vestiti all’uso moderno e nazionale. Fra’ moderni, il Pontedera (Julii Pontederae, Antiquitatum lat. graecarumque enarrationes atq. emendationes, praecipue ad veteris anni rationem attinentes; Patavii, 1740.; praefatio: libro che mi pare non conosciuto dal Niebuhr), fondandosi parte in detta conformità, parte in altri argomenti, congetturò Trojanos Graecorum quondam fuisse coloniam (2 giugno).


*    Pésolo, pesolone (pensulus per penzolo, pendulo ec.).


*    Sentito per sensibile, vivo; o per sensato. Vedi Crusca.


*    Lego is - lego as, coi composti.


*    Spigolare, ruzzolare. Mugolare, mugghiare.


*    Alla p. 4430. Di tal genere è anco una grandissima parte degli errori e sgrammaticature (sien d’uso generale o individuale) del parlar plebeo, rustico, de’ dialetti ec.


*    Monofagia. Convivium, συμπόσιον, coena (se è vera l’etimologia da κοινή), tutti nomi significativi di comunanza. ec.


*    Alla p. 4504. margine. Anche il nemico, l’offensore, ridotto all’inferiorità all’impotenza, è, non pur compassionevole, ma amabile, allo stesso offeso.  (4520) Par che la natura abbia dato alla debolezza l’amabilità come una sorta di difesa e d’aiuto (17 giugno).