Pensieri (Leopardi)/LVIII

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
../LVII

../LIX IncludiIntestazione 20 dicembre 2008 75% Filosofia

LVII LIX

I timidi non hanno meno amor proprio che gli arroganti; anzi più, o vogliamo dire più sensitivo; e perciò temono: e si guardano di non pungere gli altri, non per istima che né facciano maggiore che gl’insolenti e gli arditi, ma per evitare d’esser punti essi, atteso l’estremo dolore che ricevono da ogni puntura.