Pensieri di varia filosofia e di bella letteratura/1672

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Pagina 1672

../1671 ../1673 IncludiIntestazione 11 novembre 2014 100% Saggi

1671 1673

[p. 301 modifica] il giudizio e il modello della stessa natura parziale, sola norma del bello; il fanatismo e la smania di essere originali, qualità che bisogna bene avere ma non cercare gli ha precipitati in mille stravaganze: hanno errato, anche bene spesso in filosofia, ne’ principii e nella speculativa, non solo delle arti ec., ma anche della natura generale delle cose, dalla quale dipendono tutte le teorie di qualsivoglia genere. Il primo poema regolare venuto in luce in Europa, dopo il risorgimento, dice il Sismondi, è la Lusiade (pubblicata un anno avanti la Gerusalemme). Questo è detto abusivamente: per regolare, non si può intendere se non simile a’ poemi d’Omero e di Virgilio. Regolare non è assolutamente nessun poema. Tanto è regolare il Furioso, quanto il Goffredo. L’uno potrà dirsi esclusivamente epico, l’altro romanzesco. Ma in quanto poemi tutti due sono ugualmente regolari, e lo sono [p. 302 modifica]e lo sarebbero parimente altri poemi di forme affatto diverse, purché si contenessero ne’ confini della natura. I generi ponno essere infiniti, e ciascun genere,