Pensieri di varia filosofia e di bella letteratura/1720

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Pagina 1720

../1719 ../1721 IncludiIntestazione 25 settembre 2014 100% Saggi

1719 1721

[p. 330 modifica]


*   Le verità contenute nel mio sistema non saranno certo ricevute generalmente, perché gli uomini sono avvezzi a pensare altrimenti, e al contrario, né si trovano molti che seguano il precetto di Cartesio: l’amico della verità debbe una volta in sua vita dubitar di tutto. Precetto fondamentale per li progressi dello spirito umano. Ma, se le verità ch’io stabilisco avranno la fortuna di essere ripetute e gli animi vi si avvezzeranno, esse saranno credute, non tanto perché sian vere, quanto per l’assuefazione. Cosí è sempre accaduto. Nessuna opinione vera o falsa, ma contraria all’opinione dominante e generale, si è mai stabilita nel mondo istantaneamente e in forza di una dimostrazione lucida e palpabile, ma a forza di ripetizioni e quindi di assuefazione. Da principio fischiate, oggi regnano o hanno regnato lungo tempo. Bene spesso, vinte dagli ostacoli opposti loro dall’opinione dominante, e abbandonate in dimenticanza, sono poi state o copiate o di nuovo inventate da altri piú fortunati, a cui la diversità delle circostanze ha procurato