Pensieri di varia filosofia e di bella letteratura/1771

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Pagina 1771

../1770 ../1772 IncludiIntestazione 27 novembre 2014 100% Saggi

1770 1772

[p. 359 modifica] vivacità, mobilità ec. che anche negli uomini (e molto piú nelle diverse specie di animali, le cui qualità possono ben diversamente combinarsi che non fanno nell’uomo) non hanno a fare col talento e neppure con notabile immaginazione, anzi talvolta (come ne’ fanciulli) sono effetto e segno (o forse anche cagione) della mancanza di queste doti (22 settembre 1821).


*   Gli antichi da proposizioni e premesse che conoscevano né piú né meno quanto noi deducevano conseguenze contrarissime a quelle che noi ne tiriamo. Ciò mostra ch’essi non conoscevano i rapporti delle proposizioni, altrimenti non potressimo negare le loro conseguenze. Ma chi ci ha detto che noi li conosciamo meglio? come lo sappiamo noi se non a forza di sillogismi? Giacché qualunque affermazione o negazione ha bisogno di sillogismo, e ciascun sillogismo contiene tanti sillogismi quanti sono i rapporti delle sue proposizioni fra loro. Cioè bisogna che l’uomo si persuada sempre con un sillogismo, benché tacito, che,