Pensieri di varia filosofia e di bella letteratura/2297

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Pagina 2297

../2296 ../2298 IncludiIntestazione 4 settembre 2015 100% Saggi

2296 2298

[p. 154 modifica] l’abito giornaliero di far tutto quello che bisogna perché quel passaggio non faccia loro alcun male; cioè l’abito di camminare allo stessissimo modo tuttogiorno senza punto squilibrarsi, quando lo squilibrarsi non è pericoloso (27 dicembre 1821).


*    Alla p. 2238. I preliminari di questo pensiero si applichino a quello che segue ora, perocché, quanto a stinguo, esso non è aferesi di exstinguo, ma la radice del medesimo e di restinguo ec.: altrimenti si direbbe extinguo e allora stinguo sarebbe per aferesi.

Quindi si può congetturare che quelli fra tali composti i quali da’ buoni latini si scrivevano non colla ex ma colla semplice e, come enervare, e che in italiano (cosí se in francese o spagnuolo) cominciano colla s impura, come snervare, si pronunziassero volgarmente colla ex, cioè exnervare ec.