Pensieri di varia filosofia e di bella letteratura/2436

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Pagina 2436

../2435 ../2437 IncludiIntestazione 25 settembre 2015 100% Saggi

2435 2437

[p. 238 modifica] piú violenti ed altresí per la stessa ragione piú brevi che nell’adulto. Ed è vero ancora che l’abitudine dell’animo de’ moderni li porta a contenere dentro di se ed a riflettere sullo spirito, senza punto o quasi punto lasciarla spargere ed operare al di fuori, qualunque piú gagliarda impressione e affezione. Contuttociò credo che la detta osservazione possa essere di qualche rilievo, massime intorno alle persone non molto o non interamente cólte [p. 239 modifica]e disciplinate, sia nella vita civile, sia nelle dottrine e nella scienza delle cose e dell’uomo; e intorno a quelle che dall’esperienza e dall’uso della vita, della società e de’ casi umani non sono stati bastantemente ammaestrati ad uniformarsi col generale, né accostumati a quell’apatia e noncuranza di se stesso e di tutto il resto, che caratterizza il nostro secolo (9 maggio 1822).


*    Il mondo o la società umana, nello stato di egoismo (cioè di quella modificazione dell’amor proprio cosí chiamata) in cui si trova presentemente, si può rassomigliare al sistema