Pensieri di varia filosofia e di bella letteratura/3181

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Pagina 3181

../3180 ../3182 IncludiIntestazione 8 dicembre 2016 100% Saggi

3180 3182

[p. 229 modifica] del suo fisico, deterioramento sempre crescente in proporzione d’essa civiltà. Nei progressi della civiltà, e non in altro, consiste quello che i nostri filosofi, e generalmente tutti, chiamano oggidí (e molti [p. 230 modifica]anche in antico) il perfezionamento dell’uomo e dello spirito umano. È dunque dimostrato e fuori di controversia che il perfezionamento dell’uomo include, non accidentalmente ma di necessità inevitabile, il corrispondente e sempre proporzionato deterioramento e, per cosí dire, imperfezionamento di una piccola parte di esso uomo, cioè del suo corpo: di modo che quanto l’uomo s’avanza verso la perfezione, tanto il suo fisico cresce nella imperfezione; e quando l’uomo sarà pienamente perfetto, il corpo umano, generalmente parlando, si troverà nel peggiore stato ch’e’ mai siasi trovato, e in che gli sia possibile di trovarsi generalmente. Se con ciò si possa giustamente chiamare perfezionamento, quello che oggi s’intende sotto questo nome, cioè se l’incremento della civiltà sia perfezionamento dell’uomo, e la perfezione della civiltà perfezione dell’uomo; se una tal perfezione ci possa essere stata destinata dalla natura;