Pensieri di varia filosofia e di bella letteratura/3996

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Pagina 3996

../3995 ../3997 IncludiIntestazione 5 marzo 2019 100% Saggi

3995 3997

[p. 367 modifica]


*   Diminutivi positivati. Menton, mentonnière da mentum. Puoi ved. p. 3993, capoverso 4 (21 decembre 1823).


*    Al detto altrove di vermiglio ec. aggiungi il francese vermillon in quanto significa rosso (propriamente e originariamente rossetto). Vedi ancora vermiller che forse è da vermis, vermiculus (21 decembre 1823).


*    Al detto altrove in piú luoghi di falsus aggiungi. Falso per menzognero, finto, ingannatore, insomma per qui fallit, laddove falsus suonerebbe passivamente qui fallitur, detto di persona, è del latino, dell’italiano, dello spagnuolo (D. Quijote). Vedi i francesi. E anche generalmente nel suo significato aggettivo ordinario, cioè detto di cosa ec. sí falsus, sí falso ec. ha senso attivo e viene a dire ingannante, laddove parrebbe, a causa della sua forma grammaticale passiva, ch’ei non potesse valer altro che ingannato (22 decembre 1823).


*    Circa potus a um aggiungi: Si dice anche potus sum, in forma deponente, come gavisus sum da gaudeo. Vedi Forcellini in poto ec.: vedilo anche in prandeo, fine, e in pransus, e simili (22 decembre 1823).


*    Circa appariculus, apparecchio ec., di cui altrove, si osservi che non v’é alcuna necessità di crederlo diminutivo originariamente, malgrado la sua desinenza in ulus, come pure altrove ec. (22 decembre 1823). [p. 368 modifica]


*    Diminutivi positivati. Chardon da carduus o da cardus. Noi cardo. Cardone nella Crusca è dell’Alamanni, forse suo francesismo al suo solito, ovvero è un accrescitivo indicante la salvaticità della pianta, positivato ec., come altri molti. Ma in francese al contrario è diminutivo. Vedi lo spagnuolo. È da