Pensieri di varia filosofia e di bella letteratura/673

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Pagina 673

../672 ../674 IncludiIntestazione 15 novembre 2012 100% Da definire

672 674


[p. 125 modifica] una volta, ma bene spesso è necessaria, e chi non sa farne uso non guadagna nulla in questo mondo presente. Perché gli altri non sono disposti ad accordarti spontaneamente e in forza del vero e del merito nulla, come di nessuna altra cosa cosí neanche di stima, e bisogna quindi che tu la conquisti come per forza e con guerra aperta e ostilmente, mostrandoti persuasissimo del tuo merito, ad onta di chicchessia, disprezzando e calpestando gli altri, deridendoli, profittando d’ogni menomo loro difetto, rinfacciandolo loro, non perdonando nulla agli altri, cercando in somma di abbassarli e di renderteli inferiori o nella conversazione o dovunque con tutti i mezzi piú forti. Che se oggidí ti vuoi procacciare la stima degli altri col rispetto, buona maniera verso loro, col lusingare il loro amor proprio, dissimulare i loro difetti ec. e quanto a te, colla modestia, col silenzio ec. ti succede tutto l’opposto. Essi profittano di te e de’ tuoi riguardi verso loro per innalzarsi e della tua poca resistenza quanto a te per deprimerti. Quello che concedi