Pescatori d'Islanda/Parte V/Capitolo VI

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Capitolo VI

../Capitolo V ../Capitolo VII IncludiIntestazione 30 luglio 2017 75% Da definire

Pierre Loti - Pescatori d'Islanda (1886)
Traduzione dal francese di Carlo De Flaviis (1911)
Capitolo VI
Parte V - Capitolo V Parte V - Capitolo VII
[p. 146 modifica]

Capitolo Sesto.


L’estate passò triste, calda, tranquilla; ella spiava avidamente le prime foglie ingiallite, le prime riunioni di rondini, lo sbocciar dei crisantemi. Per le navi di Reickarvich egli le mandava sue notizie in lunghe ed affettuose lettere.

Alla fine di luglio Gaud ne ricevette una. Egli l’informava che stava benissimo, che la stagione della pesca si presentava molto buona, e che aveva già mille cinquecento pesci per parte sua. E ciò era scritto con uno stile ingenuo come tutte le lettere scritte dagli islandesi alle loro famiglie. Essendo più colta di lui, ella comprendeva, sapeva leggere tra le righe la tenerezza profonda e l’affetto immenso che egli non sapeva bene esprimerle. [p. 147 modifica]A più riprese, in quelle quattro pagine, le dava il dolce nome di sposa, provando piacere a ripeterlo spesso. E anche il solo indirizzo la empiva di gioia: Alla signora Margherita Gaos — casa Moan — Ploubazlanec.

E dire che le restava così poco tempo per chiamarsi: Signora Margherita Gaos!....