Poema paradisiaco/Hortulus Animae/L'inganno

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Hortulus Animae

L'inganno

../Consolazione ../Un ricordo (I) IncludiIntestazione 27 aprile 2010 75% Da definire

Hortulus Animae - Consolazione Hortulus Animae - Un ricordo (I)


No, non soffro. Se sono taciturno,
la sera, quando mi ti seggo ai piedi
(oh il terrore del prossimo notturno
supplizio in quel gran letto bianco!), credi,
 
5è perché meglio l’anima assapora
questa tranquillità deliziosa
(giorno e notte un pensiero mi divora
l’ anima, senza posa, senza posa),
 
questa tranquillità che mi circonda
10d’un gaudio troppo, forse, inconsueto.
(Fate, Signore, fate ch’io nasconda
per sempre il mio terribile segreto!)
 
Oh questa gran rinunzia e quest’oblìo
di tutto, ai piedi tuoi! Sii benedetta.
15(L’anima non avrà giammai l’oblìo,
giammai l’oblìo, giammai.) Sii benedetta.