Poesie varie (Pascoli)/1882-1895/Massa

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
../A Maria (1)

../Serenità IncludiIntestazione 7 novembre 2012 100% Poesie

1882-1895 - A Maria (1) 1882-1895 - Serenità
[p. 82 modifica]

MASSA


ii


Siede Massa tra lucida verzura
d’aranci, a specchio del tirreno mare;
vedi tagliente dietro lei spiccare
4come un zaffiro immenso la Tambura:

verdeggiante e declive in una pura
chiarità d’alba il Belveder t’appare;
sola, in disparte sembra minacciare
8nubi passanti la Brugiana oscura.

Mi sveglia il canto delle capinere
tra le magnolie, e m’assopisce un lento
11ronzìo di ruote e romba di gualchiere.

Come bimbo cullato io m’addormento;
e allor fugge, allor vola il mio pensiere,
14ed in Romagna accanto a voi mi sento.

Massa, 1885.