Quel che pur chiami in bruna veste e nera

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Durante Duranti

Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Quel che pur chiami in bruna veste e nera Intestazione 23 dicembre 2019 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT


Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti d'alcuni arcadi più celebri/Durante Duranti


[p. 147 modifica]

IV1


Quel che pur chiami in bruna veste e nera,
     E di lagrime intanto aspergi il ciglio,
     Donna, vago diletto unico figlio,
     Tua gioia un tempo, or doglia acerba e fera,
5Col mio lassù nella più alta sfera
     Or stassi fuor di questo grave esiglio;
     E fora il nostro omai miglior consiglio
     Di lor gloria allegrarsi eterna e vera.
Ma dal retto veder, ahi! ne distorna
     10Il troppo affetto, e dal soverchio duolo
     Vinta ed oppressa in noi la Ragion dorme:
L’immortal luce, ch’ambi or copre e adorna,
     Tolta è a’ nostr’occhi, che presenti han solo
     Lor dolci atti, e le prime amate forme.


Note

  1. A Camilla Fenaroli dama e poetessa Bresciana valorosissima, in morte d’un tenero figliuolo.