Relatione dell'atto della fede/Reconciliati

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Reconciliati.

../Gli abbrusciati ../Restarono nella prigione per un' altro atto le persone sottoscritte IncludiIntestazione 16 agosto 2010 50% Da definire

Gli abbrusciati Restarono nella prigione per un' altro atto le persone sottoscritte

Don Louigi de Rojas, nepote del Marchese di Poza, figliuolo maggiore de l’herede del Marchesato, reconciliato per lutherano, con confiscatione de tutti i suoi beni, & habito dal palco fin’alla tornata alla casa del santo Officio, & non piu.
Donna Anna Henriques, habitatrice di Toro, figliuola della Marchesa de Alchanizas, & nepote al detto Marchese di Poza, moglie di don Giovanni Alfonso di Fonseca reconciliata per lutherana, con confiscatione de beni, & habito dal palco fin’alla tornata alla casa del santo Officio, & non piu.
Don Pietro Sarmiento Commendator dell’Ordine di Alchantara, habitator di Palentia, figlio del Marchese di Poza, reconciliato per lutherano con confiscation de beni, & habito, & carcere perpetua.
Donna Mentia de Figueroa moglie del detto, reconcilliata per lutherana, con confiscation de beni, & habito, & carcere perpetua.
Giovan d’Ulloa Pereira Commendator dell’ordine di san Giovanni, habitator di Toro, reconciliato per Lutherano, con confiscatione de beni, & habito dal palco fino alla tornata alla casa del santo Officio, & non piu.
Leonora de Cisneros, moglie del Baccilliero Antonio Herrezzuelo, habitatrice di Toro, reconciliata per Lutherana, con confiscation de beni, & habito, & carcere perpetua.
Giovan de Vivero fratello del dottor Cazaglia, habitatore di Valladolid, reconciliato per Lutherano, con confiscation de beni, habito, & perpetua carcere irremissibile.
Donna Giovanna de Silva, moglie del sopradetto il medesimo.
Donna Costanza de Vivero, moglie che fu del Computatore Ferrante Ortiz, sorella del detto Dottor Cazaglia, habitatrice di Valladolid, reconciliata per Lutherana, con confiscation de beni, habito, & carcere perpetua irremissibile.
Donna Francesca de Zuniga monaca, figliuola del licenziato Antonio di Baezza, habitatrice di Valladolid, reconciliata per Lutherana, con confiscatione de beni, & habito, & carcere perpetua.
Donna Maria di Roias, figliuola del Marchese di Poza, monaca, nel monastero di santa Catherina de Valladolid, reconciliata per Lutherana, con confiscatione de beni, & habito nel palco, & non più.
Antonio Dominquez habitatore di Pedrosa, reconciliato per Lutherano, con confiscatione de beni, habito, & carcere per tre anni.
Isabella Dominquez, fantesca di donna Beatrice di Vivero nativa di Montemaggiore, reconciliata per Lutherana con confiscatione de beni, & habito, & carcere perpetua.
Daniel della Quadra habitator di Pedrosa, reconciliato per Lutherano, con confiscatione de beni, & habito, & carcere perpetua.
Antonio Basor Inglese, reconciliato per Lutherano, con confiscation de beni, & habito dal palco fin’al tornar alla casa del santo Officio, et non piu, & reclusione per un anno in un monastero, & casa di religione, dove sia istruito nelle cose di nostra santa fe Catholica.
Marina di Saijavedra, moglie di Cisneros de Soteglio, habitatrice di Zamorra, reconciliata per Lutherana, con confiscatione de beni, et habito, et carcere perpetua irremissibile.
Fornito di leggere le sententie, quelli che s’havevano d’abbrusciare sonno dati in man della giustitia secolare, che li menò alla porta del campo fuora de Valladolid, dove furono morti et abbrusciati; et gli riconciliati tornarono alla prigione della Inquisitione, eccetto Don Luigi de Rojas, Don Pietro Sarmento suo zio, et il Commendator Giovan de Ulloa Pereira, per star in miglior guardia, et piu sicuri, finche gli sia assegnato dove han da star rinchiusi, li menarono alla prigione della Corte.
Et perche in un giorno non si poteva far l’atto con tutti li prigioni, che uscirono, restarono in la prigione del santo Officio, per esser molte, et longhe le sentenze, per li molti errori di che stavano convinti.