Renovatione della Chiesa/Lettere personali/4

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Lettere personali
lettera 4

../3 ../5 IncludiIntestazione 01 ottobre 2009 75% Cristianesimo

Lettere personali - 3 Lettere personali - 5

A SUOR CARITÀ RUCELLAI

SAN GIOVANNINO

Molto Reverenda in Christo Jesu amata sorella, salute.

La presente sarà in risposta d’una vostra a me gratissima, per la quale ho visto l’amor grande che in Christo Jesu mi portate. Et vorrei esser tale quale è la confidentia che voi avete nelle mia oratione; ma pur, così come sono, non ho mancato di pregare il Signore si degni consolarvi col concedervi quelle petitione e gratie che voi mi raccomandate, et in particulare la causa di quella vostra nipote, però che il pigliar una tale resolutione è cosa di grandissima importantia e hè necessario, a far ben questo passo, star molto attenta all’inspiratione dello Spirito Santo, guardando d’elegger luogo tale dove la possa osservare quel tanto che la deve promettere, e che vi sia lume e cognitione della regolare osservantia. E quando il desiderio suo fussi di farsi così da voi, non ne la dovete estorre, prosuponendomi io che con l’haiuto di Dio l’animo vostro sia di pervenire un giorno a questo.

L’apportatore della vostra gratissima fu Maria Maddalena de’ Pecori, la quale fu ricevuta da me molto volentieri per esser madre di Suor Verginia; e essendo stata mandata da voi, mi parve in un certo modo riveder le Reverentie Vostre, la qual cosa, per l’affetion che nel Signior li portò, mi è stata tanto grata che nol potrei a pieno con penna esprimere.

Vi rimando con la presente la rappresentatione del figliuolo prodigo: scusatemi se l’ò tenuta più che non era l’intento mio, però che non l’habbia potuta copiar prima.

E insieme con questa vi mando un Jesu che porta la croce, e desidero che voi ed io stiamo a sentir la sua dolce voce che ci chiama dicendo: Qui vult venire post me, abneget semetipsum, tollat crucem suam, et sequatur me (cf. Mt. 16,24).

Rendete duplicate le raccomandatione alla mia charissima cugina, dicendoli che desidero preghi il Signior per me. E per non esser lunga, mi raccomando a tutte le altre, e in particulare a Suor Verginia, a Suor Innocentia ed a Suor Ortentia. Penso che le sappino come di corto aspettiamo la lor chara sorella Leonora, la qual cosa è da noi grandemente desiderata. Non ho mancato, così tiepida come sono, nella festa del glorioso San Giovanni Battista, con maggiore instantia pregare per le vostre religiose, essendo egli vostro particular advocato e proctetore appresso alla divina Maestà. Né occorrendomi altro, per quanto posso, a voi mi raccomando; tanto fa la Reverentia della nostra Madre Priora, e saluta la vostra R.da Madre Priora. Il Signore sia sempre con voi inlustrandovi con la sua santa gratia.

Dal nostro Monastero Santa Maria degli Angeli da S. Fridiano.

Il dì primo di settembre nel 1592.

Vostra in Christo Jesu, affettionatissima sorella

Suor Maria Maddalena de’ Pazzi