Rime (Angiolieri)/CV - Egli è sì poco di fede e d'amore

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
CV - Egli è sì poco di fede e d’amore

../CIV - A cosa fatta non vale pentere ../CVI - Senno non val a cui fortuna è cònta IncludiIntestazione 5 agosto 2013 75% Sonetti

Cecco Angiolieri - Rime (XIII secolo)
CV - Egli è sì poco di fede e d’amore
CIV - A cosa fatta non vale pentere CVI - Senno non val a cui fortuna è cònta

 
     Egli è sì poco di fede e d’amore 
oggi rimasa fra l’umana gente, 
che si potrebbe dir come nïente, 
per quello che l’uom vede a tutte l’ore. 
     5Chi peggio fa, tenuto ci è ’l migliore; 
e non si truova amico né parente, 
che, l’un per l’altro, un danai’o ’l valsente 
mettesse per vederlo imperadore. 
     Chi non mi crede, sì cerchi la prova: 
10vad’a qualunque gli è amico più caro, 
e poi mi dica che novelle e’ trova: 
     se fia cortese diverralli avaro; 
e ancor ci ha una foggia più nuova: 
di se medesmo servir è l’uom caro.