Rime (Guittone d'Arezzo)/Guelfo conte e Pucciandon, la voce

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Guelfo conte e Pucciandon, la voce

../Giudice de Gallura, en vostro amore ../De prusor parte, prior de Fiorenza IncludiIntestazione 13 settembre 2008 75% poesie

Guittone d'Arezzo - Rime (XIII secolo)
Guelfo conte e Pucciandon, la voce
Giudice de Gallura, en vostro amore De prusor parte, prior de Fiorenza


[p. 255 modifica]

215

In lode del conte Guelfo e Pucciandone, che s’augura di vedere ed udire.


     Guelfo conte e Pucciandon, la voce
de’ gran vocinator de vostro priso
me fer sovente e forte in core edoce
4in vostro amor ciò che ’n me bono aviso,

     ché l’alma mia sovente a voi addoce,
ove savor de gioi grand’aggio priso.
Onni savor mi sa reo quasi e noce,
8inver quel che d’amor dapo m’è viso.

     E ’l savore de voi, che coco ha beno,
è dolce e novo sí che m’amaria
11onni altra cosa; und’io certo ragiono

     che, se veder potesse onque la dia
ch’io vi vedesse e vi sentisse in sono,
14che gioi via più che nòi m’abonderia.