Rime (Stampa)/Rime d'amore/CLIII

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Rime d'amore

CLIII

../CLII ../CLIV IncludiIntestazione 22 settembre 2009 75% Poesie

Rime d'amore - CLII Rime d'amore - CLIV

[p. 85 modifica]

CLIII

L’animo di lei è un inferno.

     Se poteste, signor, con l’occhio interno
penetrar i segreti del mio core,
come vedete queste ombre di fuore
apertamente con questo occhio esterno,
     vi vedreste le pene de l’inferno,
un abisso infinito di dolore,
quanta mai gelosia, quanto timore
Amor ha dato o può dar in eterno.
     E vedreste voi stesso seder donno
in mezzo a l’alma, cui tanti tormenti
non han potuto mai cavarvi, o ponno;
     e tutti altri disir vedreste spenti,
od oppressi da grave ed alto sonno,
e sol quei d’aver voi desti ed ardenti.