Rime (Stampa)/Rime d'amore/XVIII

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Rime d'amore

XVIII

../XVII ../XIX IncludiIntestazione 22 settembre 2009 75% Poesie

Rime d'amore - XVII Rime d'amore - XIX

[p. 14 modifica]

XVIII

Egli è il sole, a cui ella si rischiara.

     Quando i’ veggio apparir il mio bel raggio,
parmi veder il sol, quand’esce fora;
quando fa meco poi dolce dimora,
assembra il sol che faccia suo viaggio.
     E tanta nel cor gioia e vigor aggio,
tanta ne mostro nel sembiante allora,
quanto l’erba, che pinge il sol ancora
a mezzo giorno nel più vago maggio.
     Quando poi parte il mio sol finalmente,
parmi l’altro veder, che scolorita
lasci la terra andando in occidente.
     Ma l’altro torna, e rende luce e vita;
e del mio chiaro e lucido oriente
è ’l tornar dubbio e certa la partita.