Rime (Stampa)/Rime varie/CCL

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Rime varie

CCL

../CCXLIX ../CCLI IncludiIntestazione 22 settembre 2009 75% Poesie

Rime varie - CCXLIX Rime varie - CCLI

[p. 145 modifica]

CCL

Ad un signore, dolendosi di non poter seguirlo a Padova.

     Voi n’andaste, signor, senza me dove
il gran troian fermò le schiere erranti,
ov’io nacqui, ove luce vidi innanti
dolce sí, che lo star mi spiace altrove.
     Ivi vedrete vaglie feste e nove,
schiere di donne e di cortesi amanti,
tanti, che ad onorar vengono, e tanti,
un de li dèi piú cari al vero Giove.
     Ed io, rimasa qui dov’Adria regna,
seguo pur voi e ’l mio natio paese
col pensier, ché non è chi lo ritegna.
     Venir col resto il mio signor contese;
ché, senza ordine suo, ch’io vada o vegna
non vuole Amor, poi che di lui m’accese.