Rime (Vittoria Colonna)/Sonetto XXVII

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Sonetto XXVII

../Sonetto XXVI ../Sonetto XXVIII IncludiIntestazione 31 agosto 2009 75% Poesie

Sonetto XXVI Sonetto XXVIII


SONETTO XXVII

Fiammeggiavano i vivi lumi chiari,
   Ch’ accendon di valor gli alti intelletti,
   L’ anime sante, e i chiari spirti eletti
   Davan ciascun a prova i don più cari.
Non fur le Grazie parche, o i Cieli avari,
   Gli almi Pianeti in propria sede eretti
   Mostravan lieti quei benigni aspetti,
   Che instillan le virtù nei corpi rari.
Più chiaro giorno non aperse il Sole,
   S’ udian per l’ aere angelici concenti,
   Quanto volse Natura, all’ opra ottenne.
Col sen carco di gigli e di viole
   Stava la terra, e ’l mar tranquillo e i venti,
   Quando ’l bel lume mio nel mondo venne.