Rivista italiana di numismatica 1894/Atti della Società numismatica italiana

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Rivista italiana di numismatica 1894|Atti della Società numismatica italiana

../ ../ IncludiIntestazione 22 marzo 2017 75% Da definire

Rivista italiana di numismatica 1894 Rivista italiana di numismatica 1894
[p. 139 modifica]

ATTI


della


SOCIETÀ NUMISMATICA ITALIANA




Estratto dei Verbali




Seduta del Consiglio 17 Marzo 1894.


Sono presenti i Sigg. Cavv. Franc. ed Ercole Gnecchi Vice-Presidenti, March. C. E. Visconti, Cav. Gius. Gavazzi, Prof. Cav. C. Luppi, Segretario.

La seduta è aperta alle ore 13 1/2.

Vengono nominati Soci corrispondenti i Sigg. Cav. Ortensio Vitalini di Roma, Cesare Canessa di Napoli.

Discussa la composizione del fascicolo della Rivista, e trattate diverse cose d’ordine, vengono comunicati i seguenti doni pervenuti alla Società:

Crespellani Cav. Avv. Arsenio di Modena.

La sua pubblicazione: Medaglie estensi ed austro-estensi. Modena, 1893; in-4 fig.

Dessi Vincenzo di Sassari.

Spano Gio., Storia della zecca Sarda. Cagliari, 1874; in-8.

Gnecchi Cav. Ercole.

Olivieri A., Monete e medaglie degli Spinola. Genova, 1860; in-8, con 22 tav. — Idem, Monete, medaglie e sigilli dei Principi Doria. Genova, 1859; in-8 con 5 tav. — Idem, Monete e sigilli dei Principi Centurioni-Scotti. Genova, 1862; in-8 con una tav. — Idem, Un Medaglione storico genovese. Genova, 1862; in-8 [p. 140 modifica]con una tav. — Caire P., Monete, sigilli e medaglie novaresi. Novara, 1882; in-8 con 19 tav. — Viani, Memorie della famiglia Cybo e delle Monete di Massa-Lunigiana. Pisa, 1808; in-4 con 14 tav. — Zanetti G. A., Trattato della Zecca e delle Monete ch’ebbero corso in Trivigi fin tutto il secolo X1Y. Bologna, 1785; in-4 con 2 tav

Luppi Cav. Prof. Costantino.

Gentile Pagani, La piacentinità di Cristoforo Colombo. Milano, 1891; opusc. in-8.

Miari Conte Fulcio Luigi di Venezia.

La sua pubblicazione: Sul valore delle monete estere ragguagliate a quelle veneziane. Venezia, 1893; in-4.

Motta Ing. Emilio.

La sua pubblicazione: Ambrogio Preda e Leonardo da Vinci. Milano, 1894; in-8.

Osnago Enrico.

N. 16 medaglie moderne, delle quali 3 in argento.

La seduta è levata alle ore 15.









Finito di stampare il 31 Marzo 1894.


Scotti Reno, Gerente responsabile.

[p. 267 modifica]

ATTI


della


SOCIETÀ ITALIANA DI NUMISMATICA




Seduta del Consiglio 23 Aprile 1894.


La seduta è convocata per le ore 10. — Sono presenti i Sigg. Conte Papadopoli Presidente, Cavv. Francesco ed Ercole Gnecchi Vice-Presidenti, Cav. G. Gavazzi, Ing. Emilio Motta, Marchese Carlo Ermes Visconti Consiglieri, Professore Cav. Costantino Luppi Segretario.

I. Viene eletto socio effettivo il Sig. Giulio Conconi.

II. Si approva la formazione del II fascicolo della Rivista.

III. Si presenta il Conto Consuntivo del 1893, del quale si omettono qui i particolari che saranno dati nel Resoconto dell’Assemblea generale dei Soci. E approvato dal Consiglio.

IV. Viene fissato il giorno 11 maggio p. v. per l’Assemblea annuale ordinaria dei Soci e se ne stabiliscono le norme.

V. Il Segretario dà lettura dei seguenti doni pervenuti alla Società.

Berlanga (Don Manuel Rodriguez de) di Malaga.


La sua pubblicazione: El nuevo bronce de Italica. Malaga, 1891; in-8 con 6 tav.

Bertoldi Cav. A. di Venezia.


La sua pubblicazione: Doni, depositi ed acquisti del Museo Civico Correr. Venezia, 1893; in-8. [p. 268 modifica]Bordeaux Paul di Neuilly sur Seine.


Le sue pubblicazioni: Remarque sur le rapport de l’or à l’argent au XIX siècle (Estratto dall’Annuarie, 1894). — Idem, Demisol tournois de Navarre ou pièce de six deniers de 1589 (Estratto dalla Revue num., 1894).

Dattari Giovanni del Cairo.


Num. 49 monete alessandrine in bronzo; 4 dei Tolomei in arg.; 3 dei Nómi d’Egitto in bronzo; 4 stampi di monete in creta.

Dutilh E. D. J., Dirett. del Museo di Ghizeh (Egitto).


La sua pubblicazione: Hapi, le dieu Nil et Ies monnaies romaines d’Egypte. Le Caire, 1894; in-8, con 2 tav. in eliotipia.

Gnecchi Francesco ed Ercole.

La loro pubblicazione: Monete di Milano inedite (Supplemento all’opera: «Le monete di Milano da Carlo Magno a Vittorio Emanuele II, «pubblicata nel 1884). — Collezione delle Incisioni che servirono per le prime cinque annate della Rivista Italiana di Numismatica.

Gnecchi Cav. Ercole.


F. Ficoroni: Gemma; antiqua; litteratae alioeque rariores. Romæ, 1757; in–4 con 23 tav. — Mainoni: Descrizione di alcune monete cufiche del proprio Museo. Milano, 1820; in-4 con 3 tav. — Damiano Muoni: Elenco delle zecche d’Italia dal medioevo insino a noi. Como, 1886; in-8. — Giovanni Mulazzani: Tre opuscoli di numismatica milanese. Milano, 1889; in-8. — A. Blanchet, Rapport sur les musées d’Alemagne et d’Autriche présente à M. le Ministre de l’instruction publique et des BeauxArts. Paris, 1893; in-8. — A. Agostini: Storia di Castiglione delle Stiviere. Castiglione Stiviere, 1892; voi. 1 in-8 con tav. — Felice Calvi, Famiglie notabili milanesi. Milano, 1875-85; voi. 4, in-fol.

Jolivot Cav. C. di Monaco.


Le sue pubblicazioni: Ann. de la Principauté de Monaco. Ivi, 1894, in-16. — Medailles et monnaies de Monaco. Ivi, 1885; in-16 fig. — Pièce inedite d’Honoré II, prince de Monaco. (Estratto dalla Revue Belge, dell’anno 1885).

[p. 269 modifica]Luppi Prof. Cav. Costantino.

Jos. Leroux M. D., Vade mecum du collectionneur. Montreal, 1885; in-8 con tav.

Rizzini Dott. Prospero, Cons. del Museo Civico di Brescia.

La sua pubblicazione: Alcuni preziosi cimelii dell’epoca romana, rinvenuti in una tomba alla Bjrnata presso S. Eufemia. Brescia, 1894; in-8 con una tav.

Seletti Cav. E.

La sua pubblicazione: Michele Catti. Milano, 1894; in-8. (Estratto|.

La seduta è levata alle ore 11|2.




Assemblea generale dei Soci

11 Maggio 1894.


L’assemblea è convocata per le ore 10. — Sono presenti il Presidente Conte Nicolò Papadopoli, i Vice-presidenti Cavv. Francesco ed Ercole Gnecchi; il Dott. Solone Ambrosoli, il Marchese Carlo Ermes Visconti, il Cav. G. Cavazzi, Consiglieri e buon numero di Soci effettivi.

Il Vice-Presidente Cav. Francesco Gnecchi legge a nome del Consiglio la relazione sull’andamento della Società, durante il 1893, che qui riassumiamo:

RELAZIONE.


La nostra Società compie ora il suo secondo anno di vita; e, radunati a questo secondo anniversario è giusto e doveroso il volgere un’occhiata prima alla via percorsa poi a quella da percorrere, onde assicurarci se tutto proceda e prometta di procedere regolarmente secondo l’idea che ci eravamo prefissa.

Soci.


Sorta modestamente con 45 soci, la nostra Società andò man mano aumentando ed oggi i soci raggiungono il numero di 92.

L’aumento non è grande, come forse alcuno avrebbe potuto sperare [p. 270 modifica]o supporre; ma non è neppure al disotto di una ragionevole media, se calcoliamo che a questi soci vanno aggiunti gli abbonati della Rivista, buon numero dei quali probabilmente non passarono finora alla Società per semplice inerzia, non riflettendo come coll’identico contributo annuale, che ora pagano pel solo abbonamento, fruirebbero di tutti i vantaggi chela Società loro offre. E bene quindi ricordare e ripetere a tutti questi signori abbonati che la Società sarà ben felice di accoglierli quand’essi vorranno venire a lei, offrendo loro un locale decente, se non sontuoso, una biblioteca felicemente iniziata, e un medagliere che contiene già qualche serie interessante.


Biblioteca.


Premettiamo che la Società non ha fatto la minima spesa né pel medagliere né per la biblioteca. Tutto quello che possediamo è frutto della generosità dei Soci, o degli amici, poiché conviene notare come non solo i Soci vi abbiano contribuito, ma abbiamo anzi qualcuno dei più generosi oblatori, che non appartiene alla Società. Noi da tutti abbiamo egualmente accettato, e a tutti siamo del pari riconoscenti. La nostra biblioteca, per quanto da così poco tempo iniziata, conta già n. 206 volumi e 419 opuscoli.


Medagliere.


E anche il medagliere per quanto embrionale (e non potrebbe essere altrimenti) conta al giorno d’oggi: Monete n. 1 in oro; 227 in arg.; 1381 in bronzo e rame; 293 in vetro. Medaglie e tessere n. 5 in arg.; 790 in bronzo; 14 in piombo. In totale 2111 pezzi, più buon numero di curiosità, forme antiche di monete, falsificazioni e altri oggetti interessantissimi per lo studio. — Fra le diverse serie iniziate e più o meno sviluppate merita un cenno speciale quella delle monete cufiche in vetro offerta nel corrente anno dal nostro Socio signor Dattari del Cairo, la quale pel numero e per la rarità dei pezzi potrebbe figurar bene anche in un medagliere assai più ricco del nostro.

Rivista.


Veniamo ora all’esplicazione morale della nostra Società. La sua azione e la sua attività si sono sviluppate in due modi, l’uno continuativo, l’altro temporaneo, vogliam dire la Rivista e i Concorsi.

La Rivista, assunta dalla Società col principio del 1893, continuò regolarmente le sue pubblicazioni, e osiamo asserire che continuò [p. 271 modifica]e continua a sostenersi nella posizione onorevole che a poco a poco s’è andata formando mercè la buona volontà, il disinteresse e l’abnegazione dei collaboratori. Coll’anno 1894 essa entrava nel settimo anno di vita, varcando così quelle fatali colonne d’Ercole che parevano essere il termine fisso di ogni pubblicazione numismatica italiana. Nessuno dei precedenti periodici visse più di sei anni, strozzato generalmente dalle angustie finanziarie. La nostra Rivista, senza ostentare ricchezze, dispone ancora di una parte del fondo primitivo, offerto dalla generosità degli oblatori e supplisce con questo e colle risorse straordinarie a quanto le mancherebbe colle semplici rendite ordinarie. Le quali pero è sperabile abbiano ad aumentare col progredire del numero dei Soci, a che interessiamo vivamente tutti i nostri colleghi.

Alcune economie verranno poi introdotte senza però intaccare il decoro esteriore di cui fu sempre accompagnata la nostra pubblicazione e a poco a poco è sperabile che il vero equilibrio abbia a stabilirsi fra l’entrata e l’uscita.

Se abbiamo dovuto parlare con qualche reticenza per quanto riguarda il lato finanziario della pubblicazione, e con vera compiacenza che constatiamo come la materia non faccia mai difetto, il che dimostra come vi sono ancora cultori della nostra scienza in Italia, e approfittiamo volentieri dell’occasione per mandare un voto di ringraziamento ai nostri gentili e colti collaboratori i quali sono valenti, numerosi, fecondi e aggiungeremo, completamente disinteressati.

Un appunto che venne mosso, e con ragione, alla nostra Rivista nei primi suoi tempi è che poca o nessuna parte fosse consacrata alla numismatica greca. Ebbene tale appunto cade coll’anno presente.

Nel primo fascicolo figurava un lavoro di un nuovo collaboratore il signor G. Dutilh direttore del Museo di Gizeh e se ne iniziava un altro dal dottor Gabrici, che avrà la sua continuazione nei prossimi numeri; di qualche altro abbiamo sicuro affidamento o per quest’anno stesso o per l’anno venturo.


Concorsi.


Uno dei motivi di sincero rallegramento pel vostro Consiglio e per voi signori Soci fu l’esito del primo Concorso bandito nella seduta inaugurale della nostra Società. Mentre i Concorsi possono subire la triste sorte d’andare deserti, oppure di presentare al giuii lavori meschini o indegni di premio, al nostro concorso vennero presentati tre lavori, e senza che qui noi teniamo conto dei due che non ottennero il premio, voi stessi signori giudicherete di [p. 272 modifica]quello premiato che si incomincierà a pubblicare nel prossimo numero della Rivista: La Zecca di Reggio Emilia. È un lavoro serio e poderoso che bene inaugura la serie dei lavori preparatori! alla grande illustrazione generale delle zecche d’Italia che sta in cima alle nostre aspirazioni e che un giorno più o meno lontano la nostra Società è chiamata a compiere.

Questo felice risultato indusse il nostro benemerito Presidente a bandire generosamente per proprio conto un secondo Concorso col premio di L. 500, per una Memoria che proponga il sistema migliore e più pratico per ordinare le Collezioni numismatiche di secche italiane abbandonando l’ordine alfabetico e seguendo una ripartizione conforme alla storia e alla geografia.

Crediamo anzi opportuno approfittare dell’occasione per rammentare che il termine utile per questo Concorso scadrà il 31 dicembre 1894.

Auguriamosi che un esito felice coroni anche questo Concorso, perchè la Società o qualcheduno dei Soci prenda animo a bandirne un terzo; tali Concorsi servono mirabilmente a mantenere viva la sacra fiamma dello studio.


Bilancio.


Ed ora è tempo che veniamo alla parte positiva o meglio materiale della nostra amministrazione. Ecco il Bilancio al 31 dicembre 1893.


Rimanenze Attive al 31 dicembre 1892.

Soci: Quote arretrate del 1892 L. 60
Libretto Cassa Risparmio » 2875
Presso il Prof. C. Luppi » 133
Tesoriere » 568 50 L. 3636 50

Entrate.

Incassate dai Soci ed Abbonati alla Rivista Italiana di Numismatica L. 2805
Offerta del Conte Comm. N. Papadopoli » 500
Offerta dei Fr. Cavv. F. ed E. Gnecchi » 500
Diritti e incassi diversi " 39 60
Interessi libretto Cassa Risparmio » 170 67 L. 4015 27

Residui Passivi.

Soci e Abbonati: anticip. pel 1894 L. 1070 —
L. 8721 77


[p. 273 modifica]

Rimanenze Passive al 31 dicembre 1892
Quote anticipate dai Soci pel 1893 L. 682

Spese.
Stampa, spedizione ed accessori alla Rivista Italiana di Numismatica L. 3288 10
Fotoincisioni per la Rivista " 220
Eliotipie          "       " " 315
Disegni            "       " " 96
Diplomi pei Soci " 280
Scrittur., spediz., posta, mance, ecc. " 150 74
Premio al signor Malaguzzi, vincitore del Concorso numismatico " 500
Affitto dei locali della Società " 375
Onorario al Segretario " 300
Riscaldamento, illuminazione, cancelleria, riparaz. ai mobili, ecc " 213 35 L. 5738 19

Residui Attivi.
Tesoriere L. 613 50
Prof. C. Luppi " 242 51
Libretto Cassa Risparmio " 495 67
Soci e Abbonati: Quote arretrate " 446
Ditta Cogliati, editrice della Rivista " 503 90 L. 2301 58
  L. 8721 77

Dimostrazione.
Attività in principio di esercizio L. 3636 50
Passività        idem " 682
Totale L. 2954 50 L. 2954 50
Attività in fine d’esercizio L. 2301 58
Passività        idem " 1070
Totale al 31 dicembre 1893 L. 1231 58 L. 1231 58
Diminuzione del patrimonio L. 1722 92
[p. 274 modifica]Dal Consuntivo ora dato si vede come le rendite dell’annata 1893 furono 4015,27, mentre le spese per la Rivista e accessorii raggiunsero la cifra di 5738,19. Vi fu quindi una eccedenza di L. 1722,92, che andò a diminuzione del già esiguo nostro patrimonio, il quale è oggi ridotto a L. 1231,58.

Come s’è già più sopra accennato, la posizione finanzaria della nostra Società non è florida; ma non conviene neppure abbandonarci a troppo malinconiche riflessioni. Ci furono dei generosi oblatori che pensarono a fornire i primi fondi. Confidiamo che qualche altra risorsa straordinaria ci verrà in ajuto!

Il Bilancio venne approvato e la seduta è levata alle ore 11 1/2.









Finito di stampare il 10 Luglio 1894.

Scotti Reno, Gerente responsabile.

[p. 531 modifica]

ATTI

della

SOCIETÀ NUMISMATICA ITALIANA

Seduta del Consiglio 29 Novembre 1894.


Sono presenti i due Vice-Presidenti, tre membri del Consiglio e il Segretario.

Aperta la seduta alle ore 14, vengono ammessi a Soci Corrispondenti i Sigg. Guido Caucich di Firenze; Ettore Schott di Trieste, e Prof. Francesco Di Palma di S. Elia a Pianisi.

Discussa la compilazione del IV fascicolo della Rivista e trattate diverse cose d’ordine, il Segretario dà lettura dei doni pervenuti alla Società dall’ultima seduta in poi. — Eccone l’elenco:

Bajocchi Francesco di Massaua.

N. 4 monete tolemaiche in argento. — N. 8 bronzi della dominazione romana in Egitto.

Bordeaux Paul di Neuilly.

Les Ateliers monétaires de Bordeaux et de Saint-Lizier pendant la ligue. — Monnaies d’or frappées par Charles I d’Anjou à Tunis.

Dattari Giovanni del Cairo.

Monete de’ Tolomei d’Egitto n. 17 arg.; monete alessandrine, 8, arg.; monete chinesi, 13, tir.; pezzo d’argento contromarcato in corso ne’ possedimenti portoghesi in China, 1 arg.; monete giapponesi in bronzo e in rame, io, br.; monete indiane di Benares, 4 br.; conchiglia in corso come moneta a Lahore, 1; monete inglesi, 5 br.; monete inglesi per Hong-Kong, 2 br. e [p. 532 modifica]2 arg.; monete inglesi de’ possedimenti in India, 2 br.; monete inglesi de’ possedimenti a Ceylan, 2 br.; tessera chinese in porcellana, 1; monete arabe e turche, 16 br.; monete di varii stati europei, 21 br. Totale n. 105.

Dessi Vincenzo di Sassari.

L. Cibrario e D. C. Promis, Sigilli de’ Principi di Savoia raccolti ed illustrati per ordine del re Carlo Alberto. Torino, 1834, in-4, con 33 tav.

Dutilh E. D. J. Direttore del Museo di Ghizeh.

La sua pubblicazione:

A travers les collections numismatiques du Caire. Paris, 1894; in-4, figurato.

Gnecchi Cav. Ercole.

Promis D., Monete dei Radicati e dei Mazzetti. Torino, 1860, in-4, con 3 tav. — Idem, Monete e medaglie italiane. Torino, 1873, in-4, con 5 tav - — Guasti C., I Sigilli pratesi editi ed inediti. Firenze, 1872, in-4. — Koehne B., Le monete ossidionali di Brescia. Firenze, 1869, in-4. — Pigorini L., Bajocchelle papali e loro contraffazioni. Firenze, 1873, in-4, con tav - — Bertolotti G., Illustrazione di un denaro d’argento inedito di Rodolfo di Borgogna. Milano, 1854, in-4, fig- — Kunz C., Iacopo III Mandelli conte di Maccagno e le sue monete. Asti, 1864, in-8, con 1 tav. — Monete e medaglie d’ogni genere in bronzo e mistura, n. 700.

Gnecchi Cav Francesco.

Soutzo Michel C., Essai de restitution des systèmes monétaires macédoniens des rois Philippe et Alexandre et du sistème monetaire egyptien de Ptolémée Soter. Bucarest., 1893, in-8, con 2 tav. — Génard P., Catalogue du Muséè d’Antiquités d’Anvers. Anvers, 1894, in-16, con tav. — Idem., Catalogue de la Collection d’Antiquités egyptiennes. Anvers, 1894, con una tav. — Thurston Edgar, Coins. Catalogue of the Madras Government Museum. Madras., 1894. — Parecchi cataloghi di vendita di Collezioni numismatiche.

Gnecchi Francesco ed Ercole.

La loro pubblicazione:

Guida Numismatica Universale, III edizione. Milano, 1894, in-16. [p. 533 modifica] Luppi Prof. Cav. Costantino.

Traite des finances et la fausse monnoie des Romains, auquel on a joint une Dissertation sur la manière de discerner les médailles antiques d’avec les contrefaites. Paris, 1740, in-18. — Olivieri Agostino, Rivista della numismatica antica e moderna. Asti, 1864, in-8, con tav.; il fascicolo I e II.

Museo Britannico di Londra.

Catalogue of greek coins Troas Aeolis and Lesbos. London, 1894. Un vol. con una carta geografica e 43 tavole.

Orsi Dott. Cav. Paolo di Rovereto.

La sua pubblicazione:

Ripostiglio di vittoriati scoperto in Caltrano Vicentino. Roma, 1894.

Seletti Avv. Emilio.

Damiano Muovi, Estratto dall’Archivio storico lombardo.

Vallentin Roger di S. Péray (Ardèche).

Les differents de la monnaie de Romans (1389-1556). Valence, 1894, in-8. — Bris officiel du sceau de la Cour de l’Officialité de Vienne de la rive gauche de la Galaure à la mort de l’archevéque Pierre Palmier (1556). Valence, 1894, in-8. — Notes sur les differents des ateliers d’Aix, de Villefranche et d’Amiens et sur les dernières monnaies posthumes de Henri II. Paris, 1894, in-8. — Les dernières monnaies frappées a Montélimar. Valence, 1894, in-8, fig. — Quelques douzains aux croissants de Henri II. Paris, 1894, in-8, fig.


La seduta è levata alle ore 15 e 30.