Rivista italiana di numismatica 1896/Atti della Società numismatica italiana

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Rivista italiana di numismatica 1896|Atti della Società numismatica italiana

Autori vari ../ ../ IncludiIntestazione 22 dicembre 2018 75% Da definire

Rivista italiana di numismatica 1896 Rivista italiana di numismatica 1896

[p. 147 modifica]

ATTI

della


SOCIETÀ NUMISMATICA ITALIANA



Seduta del Consiglio 3 Marzo 1896.

(Estratto dai verbali).


Sono presenti i Sigg: Conte Comm. Nicolò Papadopoli, Presidente; i Sigg. Cav. Francesco ed Ercole Gnecchi, Vice-Presidenti; il dott. Solone Ambrosoli, il Cav. Giuseppe Gavazzi; il Sig. Ing. Emilio Motta, il Segretario Prof Cav. C. Luppi.

Il Presidente apre la seduta alle ore 13.

Su proposta dei Vice-presidenti viene ammesso a far parte della Società, come Socio corrispondente, il Prof. Galdino Gardini di Ferrara.

Viene stabilita la composizione del I fascicolo della Rivista pel 1896; dopo di che, il Segretario dà lettura dei seguenti doni pervenuti alla Società:

Agostini Agostino di Castiglione.

La sua pubblicazione: Castiglione delle Stiviere dalle sue origini geologiche ai nostri giorni. Castiglione, 1892-95.

Bordeaux Paul di Neuilly.

Le sue pubblicazioni: Monnayes royales françaises inédites ou peu connues. — L’atelier monétaire de Laon pendant la ligue. — Les ateliers monétaires de Clermont-Ferrand et de Riom pendant la ligue. — Etat des connaissances numismatiques concernant les ateliers monetaires de Compiègne et de Melun pendant la ligue.

Canessa Cesare di Napoli.

Cinque monete d’argento di Messina, cioè tre di Carlo l’imperatore, e due di Filippo II re.

[p. 148 modifica] Castellani Giuseppe di Santarcangelo.

Un biglietto-vaglia della Repubblica romana dell’anno 7; quattro biglietti del Banco di Santo Spirito in Roma; otto cedole del Monte di Pietà di Roma, e sei carte-moneta diverse.

Coraggioni Leodegar. (Svizzera)

La sua pubblicazione: Münzgeschichte der Schweiz. Genève, 1896, in-4. Con 50 Tav.

Dessi Vincenzo di Sassari.

N. 7 monete in argento e una in rame, di Cagliari. Una di Pisa in argento; 4 monete greche in bronzo.

Dutilh E. D. J. del Cairo.

La sua pubblicazione: Monnaies alexandrines, terres cuites du Fayoum et les seize Génies de la statue du Nil, qui est au Vatican à Rome. Paris, 1895, in-8 (Estr.).

Gnecchi Cav. Francesco.

Annual report of the Board of regents of the Smithsonian Institution, 1890. IVashington, 1891. — Report of the U. S. National Museum. Washington 1891. Elencho das Liçoes de Numismatica dadas na bibliotheca nacional de Lisboa, por F. Leite de Vasconcellos. Lisbona, 1894.

Gnecchi Cav. Francesco ed Ercole.

Le monete di Pavia, raccolte ed ordinatamente dichiarate da Camillo Brambilla. Pavia, 1883.

Padovan Cav. Vincenzo di Venezia.

Le sue pubblicazioni: Il ducato d’oro della Repubblica veneta, detto poi zecchino. Venezia, 1883, in-8. — Numismatica, rettificazioni e addizioni. Venezia, 1891, in-8.

Papadopoli Conte Comm. Nicolò.

La sua pubblicazione: La zecca di Nasso. — Monete dei Sanudo Duchi dell’Arcipelago e di Nasso. Milano, 1895, in-8 (Estr.).

Vallentin Roger de Saint-Péray.

Le sue pubblicazioni: De la moneta Blaffardorum. Ginevra, 1895. — Du pretendu monnayage mixte de Dieudonné d’Estaing et de Charles VI. Valenza 1895. — Les Liards créés par Henri III en 1577. Parigi, 1895. — La monnaie d’Embrun. Parigi, 1895. — De la détermination des monnaies du dauphin Louis I. — [p. 149 modifica]Du pretendu atelier carolingien de Venasque. — La Monnaie de Jovinzien ou Saint-Donat. — De la circulation des florins d’Utrecht en Dauphiné, à Avignon et dans le Comtat.

Le vive polemiche suscitate dal dialogo sull'autenticità degli aurei di U. Antonino, ultimamente pubblicato nella Rivista, formano materia a lungo discorrere fra i convenuti, i quali nella loro maggioranza ammettono l’opinione dell’autore dell’articolo, deplorando come lo studio della numismatica sia intralciato da tante falsificazioni e augurando che una discussione aperta e una critica leale possano mettere in chiaro molte cose ancora avvolte nel mistero.

La discussione poi si estese in certo modo al di là della cerchia dei convenuti, poiché l’autore del dialogo diede comunicazione di parecchie lettere di noti numismatici esteri, pervenutegli dopo la pubblicazione della Rivista, Mentre alcuni si associano completamente alle sue idee, qualche altro, riservandosi il giudizio sull’autenticità di tutti o di alcuni fra quegli aurei, ammette come indiscutibilmente provato che l’epoca da assegnarsi al regno di Uranio Antonino non può essere certamente quella finora ritenuta; ma va portata innanzi, come emerge dalle ragioni esposte nel dialogo stesso. Di questa opinione è il Presidente della Società Numismatica di Londra, il quale in una sua lettera all’autore del dialogo scrive: "Quantunque io non possa accettare tutte le sue conclusioni, sono costretto a convenire con lei che, se tutte le monete di Uranio sono genuine, esse non possono essere state coniate prima del tempo di Filippo. Noi siamo quindi tratti a supporre o che Zosimo commise un doppio errore facendo Antonino e Uranio pretendenti al trono all’epoca di Alessandro Severo, o che queste monete siano state coniate da un altro pretendente il quale, secondo lo stesso Zosimo, si ribellò contro Gallieno.„

Ma ammessa tale seconda ipotesi, parebbe ancora più difficile concordare il tipo delle monete d’Uranio con quello delle monete contemporanee, e la questione risorgerebbe sotto altri aspetti.

[p. 150 modifica]Fra gli avversari dichiarati delle idee esposte nel dialogo, fra i paladini ad ogni costo degli aurei d’Uranio Antonino, nessuno s’è fatto vivo finora né a voce né per iscritto. Probabilmente si riservano di rispondere in qualche periodico, e benvenuta sia la difesa.

Il Cav. Francesco Gnecchi crede intanto opportuno di mettere in guardia i soci convenuti contro le falsificazioni d’aurei romani provenienti da Roma. La malaugurata fabbrica è più attiva che mai, ed in questi ultimi tempi egli ebbe occasione di avere fra le mani aurei falsi di diverse epoche, ma specialmente del bassissimo impero. Sono fabbricati abbastanza bene... ma pure sono falsi!

La seduta si protrasse fino verso le ore 17.








Finito di stampare il 30 2 aprile 1896


Scotti Reno, Gerente responsabile.


[p. 299 modifica]

ATTI

della


SOCIETÀ NUMISMATICA ITALIANA




Seduta del Consiglio 10 Giugno 1896.

(Estratto dai Verbali).


La seduta è aperta alle ore 14 1/2.

I. Si presenta e si discute il Bilancio consuntivo 1895, di cui si unisce relazione al Verbale dell’Assemblea dei Soci.

È approvato.

Si approva pure la composizione del II fascicolo della Rivista, e si prendono concerti per quella del terzo, cadente nella stagione estiva.

III. Il Segretario dà lettura dei seguenti doni pervenuti alla Società:


Barthélemy (A. de.)

La sua pubblicazione: Note sur l’origine de la monnaie tournois. Paris, 1896, in-4. (Estr.).

Bonnet Emilio.

La sua pubblicazione: Médaillier de la Société archéologique de Montpellier. — Description des monnaies, médailles et jetons qui composent ce médaillier. — I.re partie: Monnaies antiques. — Macon, 1896; in-8, con una Tav.

Dattari Giovanni del Cairo.

N. 26 medaglioni o gran bronzi, 41 medii bronzi e 13 piccoli bronzi de’ Tolomei d’Egitto.

Dessi Vincenzo di Sassari.

N. 14 monete, delle quali 8 in argento, e cioè: 4 di Panormus, ed una di Probo in bronzo. — Una in argento del Comune [p. 300 modifica]pisano, 1313-1494; due in argento di Carlo II re di Spagna, battute in Cagliari, 1665-1700; una in argento di Vitt. Amedeo II di Savoja, re di Sardegna, 1791-1730; una in rame e un mezzo scudo d’argento di Carlo Emanuele III di Savoja, 1730-1773; tre in argento di Vittorio Amedeo III di Savoja, re di Sardegna, 1773-1796.


Butilh E. D. J. del Cairo.
La sua pubblicazione: Des divinités et des signes astronomiques sur les monnaies alexandrines. Le Caire, 1895; in-8. Estr.

Ferrero Ermanno di Torino.

La sua pubblicazione: Un ripostiglio di monete della Repubblica romana scoperto a Romagnano Sesia. Nota. Torino, 1896; in-8, Estratto.

Gnecchi Cav. Ercole.

Crespellani A. La zecca di Modena nei periodi comunale ed estense. Modena, 1884, in-4, con 17 tav.

Gnecchi Cav. Francesco.

N. 24 estratti della Rivista italiana di Numismatica.

Lagumina Can. B. di Palermo.

La sua pubblicazione: Una pregevole moneta di Federico re e Costanza imperatrice. Palermo 1895; in-8, fig. — Di un pregevole ripostiglio di monete arabe trovate a Palermo. Palermo, 1896 con una Tav.

Luppi Cav. Costantino.

Le Haydine ovvero lettere su la vita e le opere del celebre maestro Giuseppe Haydn, di Giuseppe Carpani, dedicate al R. Conservatorio di Musica in Milano. Milano, 1812; in-8, con una tavola di medaglie. — Manuale de’ conti fatti delle monete ammesse nella tariffa del Regno Lombardo-Veneto. Verona, 1815; in-8, fig.

Stroehlin Paolo di Ginevra.

Le sue pubblicazioni: Médaille de la conférence ouvrière de Berlin. Genève, 1890; in-8, fig. — Souvenir d’un voyage numismatique en Russie. Genève, 1890; in-8. — Une médaille philatélique. Genève, 1891; in-8, con una Tav. — La médaille de Louis le Fort de Genève. Genève, 1891; in-8, con una Tav.

[p. 301 modifica] Virzì Cav. Ignazio.

Un tetadramma di Antioco II.

La seduta è levata alle ore 15 1/2.



Assemblea Generale dei Soci 10 Giugno 1896.


L’assemblea è convocata per le ore 151/2. Oltre il Consiglio, sono presenti parecchi soci di diverse città d’Italia.

Il vice presidente Cav. Francesco Gnecchi legge, a nome del Consiglio, la relazione sull’andamento della Società durante l’anno 1895. Ne diamo qui un sunto.


RELAZIONE.

Soci.


Il numero dei Soci, alla fine dell’anno 1895 sommava a 94, di cui 42 effettivi e 52 corrispondenti. Quello degli associati alla Rivista fu di 102. Queste cifre segnano una piccola diminuzione su quelle dell’anno precedente, diminuzione avvenuta specialmente per causa di morte di alcuni nostri Soci. Il Consiglio crede pertanto suo dovere il raccomandare caldamente ai collegni di far attiva propaganda allo scopo di riempiere queste lacune, reclutando nuovi Soci od abbonati, onde mettere la Società in grado di poter esercitare una più efficace influenza sull’incremento di questi studi.


Biblioteca.


Anche in quest’anno, mercè i doni dei generosi, la Biblioteca Sociale ebbe un discreto aumento. Essa conta oggi n. 420 volumi e n. 488 opuscoli.

Però, dobbiamo ripeterlo, buona parte di questi doni ci pervenne dall’estero, e in proporzione si sono ricevute ben poche opere su argomenti di monete classiche od italiane, che più interesserebbero alla nostra Società. Anche per questo ci permettiamo rivolgerci ai nostri Soci, interessandoli a voler farne incetta presso i loro amici e [p. 302 modifica]conoscenti. Tutti hanno dei duplicati fra i loro libri, e con un po’ di buona volontà, si potrebbe arricchire la nostra biblioteca, provvederla di tante opere indispensabili, che ancora vi mancano, e renderla veramente utile a quei Soci che vogliono approfittarne pei loro studi.


Medagliere.


Il Medagliere, quantunque lentamente, va sempre aumentando, I pochi e soliti donatori vollero ricordarsene anche nel 1895, ed oggi la collezione sociale comprende:

Monete: 2 in oro; 300 in argento; 1700 in bronzo e rame; 294 in vetro.

Medaglie e tessere: 5 in argento; 250 in bronzo, rame e piombo.

Totale n. 2546 pezzi.


Rivista.


Nella relazione dello scorso anno facevamo una promessa che non venne mantenuta. Tale mancanza però non solo può giustificarsi, ma essere indizio di meglio; e tale è il caso nostro. Noi avevamo esternato il proposito d’incominciare la pubblicazione di articoli postumi importanti, o inediti, o ormai introvabili per lo scarso numero delle vecchie edizioni. Orbene, l’abbondanza della materia nuova sopravvenuta ci ha impedito di mantenere tale promessa; e la semplice enunciazione del fatto ci sembra la più ampia giustificazione. Diverse pubblicazioni postume sono pronte per la stampa» e vedranno la luce, appena i nostri collaboratori ci lasceranno un poco di spazio disponibile.

La parte classica e la medioevale ci pare siano state abbastanza equilibrate nel decorso del 1895.

Per la serie greca il dott. Gabrici ci diede la fine del suo importante lavoro sulla Topografia e Numismatica dell’antica Imera, di cui già l’anno decorso abbiamo tenuto parola, ed è allo stesso autore che dobbiamo l’interessantissimo studio sulla moneta romana nei primi tempi dell’impero. Mandiamo un cordiale saluto e un ringraziamento al nostro collega di Napoli, tanto benemerito del nostro Periodico.

Chi parla portò pure il suo solito contributo alla Numismatica Romana, ed ebbe la fortuna, nell’anno ora decorso, di presentare al mondo numismatico il famoso medaglione d’oro di Teoderico, pezzo unico e di straordinaria importanza, invidiato da private e pubbliche collezioni, e principalmente dai musei tedeschi.

[p. 303 modifica]Quanto alla parte medioevale, i nostri soliti collaboratori, il conte Papadopoli, il colonnello Ruggero, il cavaliere Ercole Gnecchi, il dott. Giorgo Ciani ci continuarono fedelmente il loro appoggio, arricchendo la suppellettile numismatica di un gran numero d’importanti e sconosciute monete italiane. Aggiungiamo a questi gli articoli del signor Alessandro Lisini, del prof. Francesco di Palma, del prof M. Mariani, del sig. Arnold van Gennep e quello del compianto nostro collega e collaboratore, il cav. Umberto Rossi, di cui tutti qui deploriamo la recente e immatura perdita e del quale il dott. Solone Ambrosoli terrà nella Rivista una degna commemorazione.

Le medaglie moderne non vi apparvero che incidentalmente, e la Rivista aspetta ancora che si continui la interessante rubrica delle medaglie italiane, così bene iniziata dal nostro socio dott. Comandini, il quale, travolto poi nelle vicende politiche, dovette abbandonarla dopo il 1891. Non esagereremo l’importanza dell’argomento e non seguiremo i nostri colleghi d’oltre mare, i quali nell’ultimo numero del loro " American Journal of Numismatics „ dando il resoconto della seduta annuale della Soc. Num. di Londra, lamentano altamente come quei bravi inglesi, invece che della medaglia, non si occupino nella Num. Chroniche che di numismatica classica; ma una parte adeguata anche alle medaglie moderne sarebbe pur bene farla, e il campo è aperto a chi ci si volesse mettere.


Concorsi.


I due concorsi Papadopoli (N. 2) e Gnecchi (N. 3) scadranno col 30 settembre dell’anno corrente. Crediamo bene rammentare la cosa ai Soci, agli abbonati e a tutti in genere gli studiosi di Numismatica. Frattanto abbiamo già affidamento che alcuni lavori siano in gestazione pei suddetti concorsi, e ci par lecito sperare in un buon risultato.


Bilancio.


Entrando ora a parlare della parte finanziaria, ecco il Bilancio Consuntivo 1895 della nostra Società.

[p. 304 modifica]

Presidente.

Conte Comm. Nicolò Papadopoli Senatore del Regno.

Vice-Presidenti.

Cav. Uff. Francesco e Ercole Gnecchi.

Consiglieri:


Ambrosoli Dott. Solone.

Gavazzi Cav. Giuseppe.

Motta Ing. Emilio.

Ruggero Col. Cav. Giuseppe.

Sambon Dott Arturo.

Visconti March. Carlo Ermes.


Luppi Cav. Prof. Costantino, Segretario.

La seduta è levata alle ore 17.



Finito di stampare il 7 luglio 1896.


Scotti Reno, Gerente responsabile.


[p. 509 modifica]

ATTI

della


SOCIETÀ NUMISMATICA ITALIANA



Seduta del Consiglio 15 Dicembre 1896.

(Estratto dai Verbali).



Sono presenti i Sigg.: Cav. Uff. Francesco Gnecchi, Cav. Uff. Ercole Gnecchi, Vice-Presidenti; Dott. Cav. Solone Ambrosoli, Cav. Giuseppe Gavazzi, March. Carlo Ermes Visconti e il Cav. Prof. C. Luppi, Segretario.

Il Cav. Francesco Gnecchi funge da Presidente.


I. Vengono proposti i Signori:

Dott. Jacopo Hirsch di Monaco a Socio effettivo,
Sig. Giuseppe Lanzoni di Mantova a Socio corrispondente,
ed ambedue sono ammessi ad unanimità.


II. Alla Direzione e al Comitato di Redazione della Rivista per l’anno 1897 vengono confermati i membri attualmente in carica ossia:

Direttori: Cav. Uff. Francesco ed Ercole Gnecchi.

      Comitato di Redazione: Dott. Cav. Solone Ambrosoli, Cav. Giuseppe Gavazzi, Ing. Emilio Motta, Conte Comm. N. Papadopoli, Cav. Col. Gius. Ruggero, Dott. A. G. Sambon, Marchese Carlo Ermes Visconti.


III. Per l’esame dei lavori presentati ai due Concorsi scaduti col 30 sett. p. p. vengono elette le seguenti commissioni:

Pel Concorso Papadopoli: Cav. Gius. Gavazzi, Ing. E. Motta, Cav. Col. G. Ruggero.
Pel Concorso Gnecchi: Dott. Cav. Solone Ambrosoli, Cav. G. Gavazzi, Marchese C. E. Visconti.

[p. 510 modifica]

IV. Si Stabilisce la cotnposizione del IV fascicolo 1896.
V. Il Cav. Francesco Gnecchi comunica d’avere in occasione delle auguste nozze di S. A. R. il principe di Napoli, spedito un telegramma di felicitazione a nome della Società Italiana di Numismatica e d’avere tosto ricevuto un telegramma di ringraziamento.

VI. Il Segretario dà lettura dei seguenti doni pervenuti alla Società:


Ambrosoli Dott. Cav. Solone.

Memorie dell’Accademia di Scienze e Lettere di Catanzaro. Vol. I e II. — Civico Museo di Como. Cataloghi. Raccolta Ambrosoli, Parte prima, Zecche Italiane (Como, 1890).

Dattari Giovanni del Cairo.

N. 71 pezzi, dei quali 9 piccoli in argento e gli altri In bronzo. Fra questi: 9 grandi bronzi egizj; 19 monete imperiali romane, fra cui alcuni medìi e piccoli bronzi di Massimiano, Massenzio, Licinio padre e figlio, Costantino M.
Fra le medioevali: 8 di Venezia, 1 di Rodi, 1 di Cipro, e 10 monetine estere moderne. Alle qui notate aggiungansi 69 tessere cufiche di vetro e una piccola medaglia di bronzo di Leopoldo d’Austria.

Frati Cav. Luigi, Direttore del Museo di Bologna.

La sua pubblicazione: Di un ducato d’oro inedito di Leone X coniato a Bologna e di altro consimile di Modena. Notizia illustrativa. Bologna 1896; in-4. (Pubblicato nella fausta occasione delle auguste nozze Savoja-Petrovich).

Gnecchi Cav. Ercole.

Vimercati Sozzi Conte Paolo, Sulla moneta della città di Bergamo nel secolo decimoterzo; dissertazione storico-critica. Bergamo, 1842; in -8, con 4 tav. — Morbio Carlo, Monografia storica delle zecche italiane. Asti, 1868; in-8, Estr. — Caucich A. R., Di una moneta inedita di Acqui. Asti, 1865; in-8, con una tav. — Agostini Agostino, Castiglione delle Stiviere dalle sue origini geologiche fino ai giorni nostri. Storia corredata di 16 tavole e numerose figure intercalate nel testo. Brescia, 1895; in-8. — A. X. Panelli, De cistophoris. Lugduni, 1734; in-12, con figure intercalate nel testo. — Domenico Sestini, Lettere e [p. 511 modifica]dissertazioni numismatiche. Tomo sesto. Firenze 1819; in-4, con due tav. — I. H. Keerl, Siziliens vorzüglichste Münzen und Steinschriften aus dem Alterthum: für Liebhaber der Geschichte und Münzkunde. Gotha, 1802; in-i6. 11 primo volume, con 10 tav. — Giuseppe Scaligero, De re nummaria dissertatio. Liber posthumus ex Bibliotheca Academiae Lugd. Bat. Ex Officina Plantiniana, 1616; in-16. — C. L. Stieglitz, Distributio numorum familiarum romanarum ad typos accomodata. Lipsiae, 1830; in-8.

Gnecchi Cav. Francesco.

Introduction à la connoissance des médailles par Charles Patin. Padova, 1641. — Selecti nummi duo antoniniani ex Bibliotheca Em. Pr. Camini Cardinalis Maximi. Roma, 1676. — Regum veterum numismata, collata opera et studio sri Comitis de Khevenhüller. Vienna. — Historia rei nummariae coloniensis, scripta a Josepho Hartzheim. Colonia, 1754. — Eduardi Corsini de Minnisari nummis dissertatio. Livorno, 1754. — De numo Dionis-Exponìt Chr. Car. Reichel. Dresda. — Bader Munk Brevis instructio de Moneta rotata. Treviri, 1760. — Nummi aliquot ad Veterem Galliam pertinentes ex museo Ant. Savorniani. Venezia, 1763. — Georgi Wolffgangi Wedelii. De Nummis novi Testamenti in specie. Jena, — M. Joh. Reiskii. De Canibus inter nummos ac inscriptiones veteres receptis. Amsterdam, 1585. — Instructio canonica-monetaria de grosso turonensi et trevirensi. Treviri, 1760. — Theophili Sigefridi Bayeri. de numis romanis in agro prussico repertis. Lipsia, 1722. — Octavii Falconerii. De Nummo Apamensi. Dissertatio. Roma, 1677. — Nummi veteres Collegii Turnonensis. Avignone, 1731. — Jo. Casp. Eisenschmidii de valore pecuniae veteris disquisitio. Argenteuil, 1737. — De re monetaria veterum romanorum, etc. Libri duo Marquardi Freheri. Lione, 1605.

Gnecchi Francesco ed Ercole.

Annales de la Société d’Archéologie de Bruxelles. Memoires, rapports et documents — Opera completa dal 1887 al 1896.

Luppi Cav. Costantino.


N. 8 fascicoli diversi.

Papadopoli Conte Comm. Nicolò.

La sua pubblicazione: Monete italiane inedite della raccolta Papadopoli. — V.

[p. 512 modifica]Svoronos Gio. N., Direttore del Museo Nomism. d’Atene.

La sua pubblicazione: Νομισατικὴ τῶν Δελφῶν. Estratto dal Bulletin de Correspondance Hellénique.

Vitalini Cav. Ortensio di Roma.

La sua pubblicazione: Un nuovo grosso inedito di Giov. Antonio Falletti Conte di Benevello. Roma 1896; in-4. (Pubbl. in occasione delle nozze di S. A. R. il Principe di Napoli con la Principessa Elena del Montenegro).

La seduta è levata alle ore 16.





[p. 513 modifica]

COLLABORATORI DELLA RIVISTA

NELL’ANNO 1896



Memorie e Dissertazioni.



Memorie e Dissertazioni.
Ambrosoli Solone
Capobianchi Vincenzo
Ciani Giorgio
Dattari Giovanni .
Gnecchi Francesco
† Kunz Carlo
Lisini Alessandro
Morsolin Bernardo
Motta Emilio
Ostermann Valentino
Papadopoli Nicolò
Ricci Serafino
Rizzoli Luigi
Ruggero Giuseppe


Cronaca.



Ambrosoli Solone
Gavazzi Giuseppe
Gnecchi Ercole
Gnecchi Francesco



[p. 514 modifica] [p. 515 modifica]



ELENCO DEI MEMBRI

della


SOCIETÀ NUMISMATICA ITALIANA

e degli

ASSOCIATI ALLA RIVISTA


per l’ anno 1895




SOCI EFFETTIVI1


1. *S. A. R. Il Principe di Napoli.

2. *Ambrosoli Dott. Cav. Solone — Milano.

3. *Arcari Dott. Cav. Francesco — Cremona.

4. Averara Avv. Manifesto — Lodi.

5. *Ballarati Magg. Cav. Amedeo — Sacconago.

6. Bellicorti (De) Ing. I. — S. Stefano d'Egitto.

7. *Bertoldi Cav. Antonio — Venezia.

8. •Castellani Rag. Giuseppe — Santarcangelo (Romagna).

9. *Ciani Dott. Giorgio — Trento.

10. Dattari Giovanni — Cairo (Egitto).

11. Daugnon (De) Visconte Arturo F. — Milano.

12. Dessi Vincenzo — Sassari.

13. *Fasella Comm. Carlo — Milano.

14. 'Fiorasi Cap. Gaetano — Torino.

15. 'Gavazzi Cav. Giuseppe — Milano.

16. *Gnecchi Cav. uff. Ercole — Milano.

17. *Gnecchi Cav. uff. Francesco — Milano.

18. *Johnson Cav. Federico — Milano.

19. Lazara (De) Conte Antonio — Padova.

20. 'Marazzani Visconti Terzi Conte Lodovico — Piacenza.

21. Marietti Dott. Antonio — Milano.

22. *Mariotti Dott. Comm. Giovanni — Parma.

[p. 516 modifica] 23. Mattoi Edoardo — Milano.

24. *Miari Conte Fulcio Luigi - Venezia.

25. *Milani Prof. Cav. Luigi Adriano — Firenze.

26. *Motta Ing. Emilio — Milano.

27. Nervegna Giuseppe — Brindisi.

28. ·Papadopolì Conte Comm. Nicolò — Venezia.

29. Ponti Cesare — Milano.

30. Puachi Prof. Cav. Alberto — Trieste.

31. *Ratti Dott Luigi — Milano.

32. Rizzoli Luigi — Padova.

33. ·Ruggero Cav. Col. Giuseppe — Firenze.

34. *Salinas Comm. Prof. Antonino — Palermo.

35. Savini Paolo — Milano.

36. Seletti Avv. Cav. Emilio — Milano.

37. ·Sessa Rodolfo — Milano.

38. ·Sorniani Andreani Conte Lorenzo — Milano.

39. 'Tatti Ing. Paolo — Milano.

40. 'Visconti Ermes March. Carlo — Milano.




SOCI CORRISPONDENTI.


1. Adriani Prof. Comm. G. B. — Cherasco.

2. Anselmi Savino — Piacenza.

3. Bajocchi F. — Massaua.

4. Balli Emilio — Locarno.

5. Bartolo (Di) Prof. Francesco — Catania.

6. Cahn E. Adolfo — Francoforte sul Meno.

7. Canessa Cesare — Napoli.

8. Caucich Guido — Firenze.

9. Cavalli Gustavo — Sköfde (Svezia).

10. Clerici Ing. Carlo — Milano.

11. Crespellani Cav. Avv. Arsenio – Modena.

12. Cumotit Georges — Bruxelles.

13. De' Ciccio Mario — Palermo.

14. Dell'Acqua Dott. Gerolamo — Pavia.

15. Del Prete Belmonte Cav. Alessandro — Napoli.

16. Di Palma Prof. Francesco — Sant'Elia a Pianisi.

[p. 517 modifica]17. Foa Alessandro — Torino.

18. Garcia Perez D. Antonio — Valenza (Spagna).

19. Cardini Prof. Caldino — Ferrara.

20. Ceigy Dott. Alfredo — Basilea.

21. Hess Adolfo — Francoforte s. M.

22. Lamberti Policarpo — Savona.

23. Lambros G. Paolo — Atene.

24. Leone Cav. Camillo — Vercelli.

25. Mantegazza Avv. Cav. Carlo — Voghera.

26. Mantovani Dott. Giuseppe – Pavia.

27. Mariani Prof. Cav. Mariano — Pavia.

28. Morchio Cav. Giuseppe — Venezia.

29. *Morsolin abate Prof. Bernardo — Vicenza.

30. Oettinger Prof. S. — Nuova York.

31. Oslo Magg. Gen. Comm. Egidio — Udine.

32. Padoa Cav. Vittorio — Firenze.

33. *Padovan Cav. Vincenzo — Venezia.

34. Perini Quintilio — Rovereto.

35. Pischedda Avv. Efisio — Oristano.

36. Righi Ing. Cirillo — Bologna.

37. *Romussi Dott. Carlo — Milano..

38. *Sambon Dott. Arturo Giulio — Napoli.

39. 'Santoni Can. Prof. Milziade — Camerino.

40. Savo Doimo. — Spalato.

41. Schott Ettore — Trieste.

42. Serrure Raymond — Parigi.

43. Società Svizzera di Numismatica — Ginevra.

44. Spigardi Arturo — Firenze.

45. Spink Samuele — Londra.

46. 'Stefani Comm. Federico — Venezia.

47. Stroehlin Paolo — Ginevra.

48. Valton Prospero — Parigi.

49. Varelli Giovanni — Napoli.

50. Vigano Gaetano — Desio.

51. Vitalini Cav. Ortensio — Roma.

52. Witte (De) Cav. Alfonso - Bruxelles.

53. Zitelli Pietro — Scio.

[p. 518 modifica]

BENEMERITI DELLA SOCIETÀ.


S. A. R. Il Principe di Napoli.
Ambrosoli Dott. Cav. Solone.
Cuttica de Cassine Marchesa Maura.
Dattari Giovanni.
Gnecchi Cav. uff. Ercole.
Gnecchi Cav. uff. Francesco.
†Gnecchi Comm. Ing. Giuseppe.
Johnson Cav. Federico.
Osnago Enrico.
Papadopoli Conte Comm. Nicolò.


ASSOCIATI ALLA RIVISTA.


American Journal of Archeology. — Boston.

American Journal of Numismatics. — Boston.

Annales de la Société d'Archeologie. — Bruxelles.

Annuaire de Numismatique. — Parigi.

Archivio della Società romana di storia patria. — Roma.

Archivio storico Italiano. — Firenze.

Archivio storico Lombardo. — Milano.

Archivio Veneto. — Venezia.

Bagatti Valsecchi nob. cav. Fausto. — Milano.

Bahrfeldt Max. — Rastatt.

Bari. — Museo Provinciale.

Bartoli Avveduti avv. Giulio. — Roma.

Bartolini cav. Luigi. — Trevi.

Beltrami architetto comm. Luca. — Milano.

Bignami cav. Giulio. — Roma.

Bocca Fratelli. — Torino (copie 2).

Bollettino di Archeologia e Storia. — Spalato.

Bologna. — Biblioteca Municipale.

Briganti cav. Bellino. — Osimo.

Brockhaus F. A. — Lipsia (copie 3).

[p. 519 modifica]Cagliari. — Regio Museo di Antichità.

Camozzi Vertova conte comm. G. B. — Bergamo.

Camuccini barone G. A. — Roma.

Capobianchi cav. prof. Vincenzo. — Roma.

Carbonell J. — Marsiglia.

Carpinoni Michele. — Brescia.

Ceppaglio cap. cav. Federico. — Roma.

Cerrato Giacinto. — Torino.

Cini avv. Tito. — Montevarchi.

Clausen Cario. — Torino (copie 6).

Como. — Biblioteca Comunale.

      "     — Museo Civico.

D'Angelo Domenico. — Reggio Calabria.

Dutilh G. D. J. — Cairo.

Engel Dott. Arturo. — Parigi.

Firenze. — Biblioteca Marucelliana.

Formenti Giuseppe. — Milano.

Furchheim Federico. — Napoli.

Gaggino S. e C. — Singapore.

Garo vaglio cav. dott. Alfonso. — Milano.

Genova. — Biblioteca Civica.

† Gentili dì Rovellone Conte Tarquinio. — San Severino.

Hamburger L. e L. — Francoforte sul Meno.

Hoepli comm. Ulrico. — Milano (copie 2).

Knight Carlo. — Napoli.

Loescher Ermanno. — Roma (copie 2).

Mantova. — Biblioteca Comunale.

Marignoli marchese comm. Filippo. — Roma.

Marsiglia. — Biblioteca Civica.

Milano. — R. Gabinetto Numismatico di Brera.

       "      — Biblioteca Ambrosiana.

       "      — Circolo Alessandro Manzoni.

Modena. — R. Biblioteca Estense.

Napoli. — R. Musei di Antichità.

Numismatic Chronicle. — Londra.

Numismatische Zeitschrift. — Vienna.

Nutt Davide. — Londra (copie 2).

Osnago Enrico. — Milano.

Parazzoli Antonio. — Cairo.

Parma — R. Museo di Antichità.

Pavia. — Biblioteca Civica Bonetta.

Peelman Giulio e C. — Parigi.

[p. 520 modifica] Persiani avv. Raffaele. — Chieti.

Pesaro. — Biblioteca Oliveriana.

Piacenza. — Biblioteca Passerìni-Landf.

Reggio Calabria. — Museo Civico.

Revue franqaise de Numismatique. — Parigi.

Rivani Giuseppe. — Ferrara.

Rizzini dott. cav. Prospero. — Brescia.

Roma. — R. Accademia dei Lincei.

     "      — Direzione della R. Zecca.

     "      — Biblioteca della Camera dei Deputati.

Sangiorgi S. — Roma.

Scarpa dott. Ettore. — Treviso.

Schoor (van) Carlo. — Bruxelles.

Smithsonian Institution. — Washington.

Società Neerlandese di Numismatica. — Amsterdam.

Société R. de Numismatique. — Bruxelles.

Société Suisse de Numismatique. — Ginevra.

Stettiner cav. Pietro. — Roma.

Tolstoy conte Giovanni. — Pietroburgo.

Torino. — R. Biblioteca Nazionale.

     "       — R. Museo di Antichità.

Torrequadra Conte Rogadeo. — Bitonto.

Trento. — Biblioteca Comunale.

Trùbner K. J. — Strasburgo.

Varese. — Museo Patrio.

Van Trigt G. A. — Bruxelles.

Varisco sac. Achille. — Monza.

Venezia. — Ateneo Veneto.

     "       – R. Biblioteca Marciana.

     "       — Museo Civico.

Verona. — Biblioteca Comunale.

Vienna. — Gabinetto Num. e di Antichità delia Casa Imperiale.

Virzì Ignazio. — Palermo.

Volterra. — Museo e Biblioteca Guarnacci.

Zeitschrift für Numismatik. — Berlino.



Note

  1. I nomi segnati con asterisco sono quelli dei Soci Fondatori.