Saggio di rime devote e morali/Nel Tempio stassi il Pubblicano, e mesto

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Nel Tempio stassi il Pubblicano, e mesto

../Vergine pia, lo stuolo che d'intorno ../Del mio Figlio, o Signore, io t'offro il Figlio IncludiIntestazione 2 agosto 2012 100% Raccolte di poesie

Vergine pia, lo stuolo che d'intorno Del mio Figlio, o Signore, io t'offro il Figlio
[p. xlviii modifica]

NEl Tempio stassi il Pubblicano, e mesto
     Percuote il petto, e il ciel mirar non osa,
     E pel verace duol non trova posa;
     4A lui cotanto è il suo delitto infesto.
Peccai, dice, Signor, peccai; detesto
     Il mio fallir sopra d’ogni altra cosa.
     Tutta mia speme in tua pietà riposa;
     8L’ultimo dì dell’errar mio sia questo.
Or chi imitar mi dona il Pubblicano,
     Che tante colpe mie non piango, o poco
     11A render questo cor d’infermo, sano.
Ah! mio Gesù, di pace in lui più loco
     Non avvi, se pel tuo poter sovrano
     14Non arda della tua grazia nel foco.