Salmi (Diodati 1821)/capitolo 103

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
../ salmo_102

../capitolo_104 IncludiIntestazione 18 giugno 2012 75% Da definire

capitolo 102 capitolo 104

[p. 504 modifica]

SALMO 103.

Invito a lodare Iddio per tutte le sue grazie.

Salmo di Davide.

1 BENEDICI, anima mia, il Signore; e tutte le mie interiora benedite il Nome suo santo.

2 Benedici, anima mia, il Signore, e non dimenticare alcuno dei suoi beneficii.

Egli è quel che ti perdona tutte le tue iniquità1; che sana tutte le tue infermità;

4 Che riscuote dalla fossa la tua vita; che ti corona di benignità e di compassioni;

5 Che sazia di beni la tua bocca; che ti fa ringiovanire come l’aquila2.

6 Il Signore fa giustizia E ragione a tutti quelli che sono oppressati.

7 Egli ha fatte assapere a Mosè le sue vie, ed a’ figliuoli d’Israele le sue opere.

8 Il Signore è pietoso e clemente; lento all’ira, e di gran benignità3.

9 Egli non contende in eterno; e non serba l’ira in perpetuo4.

10 Egli non ci ha fatto secondo i nostri peccati; e non ci ha reso la retribuzione secondo le nostre iniquità.

11 Perciocchè, quanto sono alti i cieli sopra la terra, tanto è grande la sua benignità inverso quelli che lo temono5.

12 Quant’è lontano il Levante dal Ponente, tanto ha egli allontanati da noi i nostri misfatti.

13 Come un padre è pietoso inverso i figliuoli, così è il Signore pietoso inverso quelli che lo temono6.

14 Perciocchè egli conosce la nostra natura; egli si ricorda che noi siamo polvere7.

15 I giorni dell’uomo son come l’erba; egli fiorisce come il fiore del campo8.

16 Il quale, se un vento gli passa sopra, non è più; e il suo luogo non lo riconosce più.

17 Ma la benignità del Signore è di secolo in secolo Sopra quelli che lo temono; e la sua giustizia sopra i figliuoli de’ figliuoli9,

18 Di quelli che osservano il suo patto, e che si ricordano de’ suoi comandamenti, per metterli in opera.

19 Il Signore ha stabilito il suo trono ne’ cieli; e il suo regno signoreggia per tutto10.

20 Benedite il Signore, voi suoi Angeli, possenti di forza, che fate ciò ch’egli dice, ubbidendo alla voce della sua parola11.

21 Benedite il Signore, voi tutti gli [p. 505 modifica]eserciti suoi; voi suoi ministri, che fate ciò che gli piace.

22 Benedite il Signore, voi tutte l’opere sue, in tutti i luoghi della sua signoria. Anima mia, benedici il Signore.