Salmi (Diodati 1821)/capitolo 106

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
../ capitolo_105

../capitolo_107 IncludiIntestazione 18 giugno 2012 75% Da definire

capitolo 105 capitolo 107

[p. 506 modifica]

SALMO 106.

Dio lodato per aver sopportato il suo popolo, ad onta delle sue molteplici ribellioni.

1 ALLELUIA. Celebrate il Signore; perciocchè egli è buono; perciocchè la sua benignità è in eterno.

2 Chi potrà raccontar le potenze del Signore? Chi potrà pubblicar tutta la sua lode?

3 Beati coloro che osservano la dirittura, che fanno ciò ch’è giusto in ogni tempo1.

4 Ricordati di me, o Signore, secondo la tua benevolenza verso il tuo popolo; visitami colla tua salute;

5 Acciocchè io vegga il bene de’ tuoi eletti, e mi rallegri dell’allegrezza della tua gente, e mi glorii colla tua eredità.

6 Noi, e i nostri padri, abbiam peccato, abbiamo operato iniquamente ed empiamente2.

7 I nostri padri in Egitto non considerarono le tue maraviglie, non si ricordarono della grandezza delle tue benignità; e si ribellarono presso al mare, nel Mar rosso3.

8 Ma pure il Signore li salvò per l’amor [p. 507 modifica]del suo Nome, per far nota la sua potenza;

9 E sgridò il Mar rosso, ed esso si seccò4; e li fece camminar per gli abissi, come per un deserto.

10 E li salvò di man di coloro che li odiavano, e li riscosse di man del nemico.

11 E le acque copersero i lor nemici; e non ne scampò pure uno.

12 Allora credettero alle sue parole; cantarono la sua lode5.

13 Ma presto dimenticarono le sue opere; non aspettarono il suo consiglio;

14 E si accesero di cupidigia nel deserto6; e tentarono Iddio nella solitudine.

15 Ed egli diede loro ciò che chiedevano7; ma mandò la magrezza nelle lor persone.

16 Oltre a ciò furono mossi d’invidia contro a Mosè, nel campo; e contro ad Aaronne, il Santo del Signore8.

17 La terra si aperse, e tranghiottì Datan, e coperse il seguito di Abiram.

18 E il fuoco arse la lor raunanza; la fiamma divampò gli empi.

19 Fecero un vitello in Horeb9, e adorarono una statua di getto;

20 E mutarono la lor gloria In una somiglianza di bue che mangia l’erba10.

21 Dimenticarono Iddio, lor Salvatore, il quale aveva fatte cose grandi in Egitto;

22 Cose maravigliose nel paese di Cam, tremende al Mar rosso.

23 Onde egli disse di sterminarli; se non che Mosè, suo eletto, si presentò alla rottura davanti a lui, per istornar l’ira sua che non distruggesse11.

24 Disdegnarono ancora il paese desiderabile; non credettero alla sua parola12.

25 E mormorarono ne’ lor tabernacoli; non attesero alla voce del Signore13.

26 Onde egli alzò loro la mano, che li farebbe cader nel deserto14;

27 E che farebbe cader la lor progenie fra le genti, e che li dispergerebbe per li paesi.

28 Oltre a ciò si congiunsero con Baal-peor, e mangiarono de’ sacrificii de’ morti15;

29 E dispettarono Iddio co’ lor fatti, onde la piaga si avventò a loro.

30 Ma Finees si fece avanti, e fece giudicio; e la piaga fu arrestata.

31 E ciò gli fu reputato per giustizia, per ogni età, in perpetuo.

32 Provocarono ancora il Signore ad ira presso alle acque di Meriba, ed avvenne del male a Mosè per loro16.

33 Perciocchè inasprirono il suo spirito; onde egli parlò disavvedutamente colle sue labbra.

34 Essi non distrussero i popoli, che il Signore aveva lor detto17.;

35 Anzi si mescolarono fra le genti, ed impararono le loro opere18.;

36 E servirono a’ loro idoli, e quelli furono loro per laccio19;

37 E sacrificarono i lor figliuoli. E le lor figliuole a’ demoni20;

38 E sparsero il sangue innocente, il sangue de’ lor figliuoli e delle lor figliuole, i quali sacrificarono agl’idoli di Canaan; e il paese fu contaminato di sangue.

39 Ed essi si contaminarono per le loro opere, e fornicarono per li lor fatti.

40 Onde l’ira del Signore si accese contro al suo popolo, ed egli abbominò la sua eredità;

41 E li diede in man delle genti21; e quelli che li odiavano signoreggiarono sopra loro.

42 E i lor nemici li oppressarono; ed essi furono abbassati sotto alla lor mano.

43 Egli li riscosse molte volte22; ma essi lo dispettarono co’ lor consigli, onde furono abbattuti per la loro iniquità.

44 E pure egli ha riguardato, quando sono stati in distretta; quando ha udito il lor grido;

45 E si è ricordato inverso loro del suo patto, e si è pentito, secondo la grandezza delle sue benignità23.

46 Ed ha renduti loro pietosi Tutti quelli che li avevano menati in cattività24.

47 Salvaci, o Signore Iddio nostro, e raccoglici d’infra le genti; acciocchè celebriamo il Nome della tua santità, e ci gloriamo nella tua lode.

48 Benedetto sia il Signore Iddio d’Israele di secolo in secolo. Or dica tutto il popolo: Amen. Alleluia.