Salmi (Diodati 1821)/capitolo 79

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
../ capitolo_78

../capitolo_80 IncludiIntestazione 19 maggio 2012 75% Da definire

capitolo 78 capitolo 80

[p. 495 modifica]

SALMO 79.

Desolazione di Gerusalemme; preghiera per ottener soccorso da Dio.

Salmo di Asaf.

1 O DIO, le nazioni sono entrate nella tua eredità, hanno contaminato il Tempio della tua santità, hanno ridotta Gerusalemme in monti di ruine1.

2 Hanno dati i corpi morti de’ tuoi servitori Agli uccelli del cielo per cibo; e la carne de’ tuoi santi alle fiere della terra.

3 Hanno sparso il sangue loro come acqua Intorno a Gerusalemme; e non vi è stato alcuno che li seppellisse2.

4 Noi siamo stati in vituperio a’ nostri vicini; in ischerno, e in derisione a quelli che stanno d’intorno a noi.

5 Infino a quando, Signore, sarai adirato? La tua gelosia arderà ella come un fuoco in perpetuo?

6 Spandi l’ira tua sopra le genti che non ti conoscono, e sopra i regni che non invocano il tuo Nome3.

7 Perciocchè essi hanno divorato Giacobbe, ed hanno desolata la sua stanza.

8 Non ridurti a memoria contro a noi l’iniquità de’ passati; affrettati, venganci incontro le tue compassioni; perciocchè noi siam grandemente miseri.

9 Soccorrici, o Dio della nostra salute, per amor della gloria del tuo Nome, e liberaci; e fa il purgamento de’ nostri peccati, per amor del tuo Nome

10 Perchè direbbero le genti: Ove è l’Iddio loro? Fa che sia conosciuta fra le genti, nel nostro cospetto, la vendetta del sangue sparso de’ tuoi servitori.

11 Vengano davanti a te i gemiti de’ prigioni; secondo la grandezza del tuo braccio, scampa quelli che son condannati a morte.

12 E rendi a’ nostri vicini in seno, a sette doppi, il vituperio che ti hanno fatto, o Signore.

13 E noi, tuo popolo, e greggia del tuo pasco4, ti celebreremo in perpetuo; e racconteremo la tua lode per ogni età.