Sonetti (Foscolo)/Solcata ho fronte

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Solcata ho fronte

../Meritamente ../E tu ne' carmi avrai perenne vita IncludiIntestazione 12 maggio 2013 100% sonetti

Meritamente E tu ne' carmi avrai perenne vita
[p. 119 modifica]

VII.



Solcata ho fronte, occhi incavati intenti;
    Crin fulvo, emunte guance, ardito aspetto;
    Labbro tumido acceso, e tersi denti,
    4Capo chino, bel collo, e largo petto;

Giuste membra, vestir semplice eletto;
    Ratti i passi, i pensier, gli atti, gli accenti,
    Sobrio, umano, leal, prodigo, schietto;
    8Avverso al mondo, avversi a me gli eventi.

Talor di lingua, e spesso di man prode;
    Mesto i più giorni e solo, ognor pensoso,
    11Pronto, iracondo, inquieto, tenace:

Di vizi ricco e di virtù, do lode
    Alla ragion, ma corro ove al cor piace:
    14Morte sol mi darà fama e riposo.