Sonetti lussuriosi (edizione 1792)/VIII

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Sonetto VIII

../VII ../IX IncludiIntestazione 12 novembre 2011 100% Poesie

VII IX
[p. 46 modifica]

SONETTO VIII.


 
    Miri ciascun di voi, ch’amando suole
Esser turbato da si dolce impresa,
Costui ch’a simil termine non cesa
4Portar la via fottendo ovunque vuole.

    E senza andar cercando per le scuole
Di chiavar verbi gratia alla distesa,
Far ben quel fatto impari alla sua spesa
8Qui, che fotter potrà senza parole.

    Vedi com’ei l’ha sopra delle braccia
Sospesa con le gambe alte a suoi fianchi,
11E par che per dolcezza si disfaccia.

    Ne già si turban perche siano stanchi
Anzi par che tal gioco ad ambo piaccia,
14Si che bramin fottendo venir manchi.

                    E per diritti e franchi
Anzano stretti a tal piacer intenti,
    17E fin che durerà saran contenti.