Sonetti lussuriosi (edizione 1792)/IX

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Sonetto IX

../VIII ../X IncludiIntestazione 12 novembre 2011 100% Poesie

VIII X
[p. 47 modifica]

SONETTO IX.


 
    Fottianci, vita mia, fottianci presto,
Poiche per fotter tutti nati siamo,
E s’il cazzo ami tu, la potta io bramo,
4Ch’il mondo saria nullo senza questo.

    Se dopo morte il fotter fosse onesto,
Direi fottianci tanto che moriamo,
Che di là fotteremo Eva e Adamo,
8Che trovorno il morir si disonesto.

    Veramente egl’è ver che se i forfanti
Non mangiavan quel pomo traditore
11Sò ben che si fottevano gl’amanti.

    Ma lasciamo le ciance e sino al core
Ficchiamo il cazzo, e fà che mi si schianti
14L’anima, che nel cazzo or nasce or muore.

                    E se possibil fore,
Verrei pur nella potta anche i coglioni
    17D’ogni piacer fottuti testimoni.