Trattato della Pittura (da Vinci)/Parte seconda/56. Precetto del pittore

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Parte seconda
56. Precetto del pittore

Trattato della Pittura (da Vinci)/Parte seconda/55. Discorso de' precetti del pittore Trattato della Pittura (da Vinci)/Parte seconda/57. Precetti del pittore IncludiIntestazione 1 giugno 2008 75% Pittura

Parte seconda - 55. Discorso de' precetti del pittore Parte seconda - 57. Precetti del pittore

Se tu, pittore, t’ingegnerai di piacere ai primi pittori, tu farai bene la tua pittura, perché sol quelli sono che con verità ti potran sindacare. Ma se tu vorrai piacere a quelli che non son maestri, le tue pitture avranno pochi scorti, e poco rilievo, o movimento pronto, e per questo mancherai in quella parte di che la pittura è tenuta arte eccellente, cioè del far rilevare quel ch’è nulla in rilievo. E qui il pittore avanza lo scultore, il quale non dà maraviglia di sé in tale rilievo, essendo fatto dalla natura quel che il pittore colla sua arte si acquista.