Tre libri dell'educatione christiana dei figliuoli/Libro II/Capitolo 79

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Libro II - Capitolo 79

../Capitolo 78 ../Capitolo 80 IncludiIntestazione 31 agosto 2009 75% cristianesimo

Libro II - Capitolo 78 Libro II - Capitolo 80


QUANTO SIA GIOVEVOLE, ET GRATA LA MANSUETUDINE.

Ma per contrario dimostri il padre al figliuolo quanto sia bella, quanto grata à Dio, et a gli huomini, la virtù della mansuetudine; un huomo piacevole, et mansueto attrahe i cuori di tutti ad amarlo, et maggiormente se questa virtù è in un nobile, ch’è come gemma in oro, et riluce tanto più, non essendo gran maraviglia che il povero sia mansueto, in cui può parere più presto necessità, che elettione, me se il ricco, il gentil’huomo et il Signore è piacevole, ben si vede ch’è mera virtù, et quanto secondo l’opinione di molti è manco debita, tanto più è stimata, et aggradita, benche realmente à niuno più si convenga questa virtù che a i nobili, et grandi, et generosi di cuore, ma certo à niuno apporta frutti maggiori. E sentenza del Salvator nostro, Beati i miti et mansueti, percioche essi possederanno la terra, ilqual luogo ha varie intelligenze, ma riceve anchor questa, che veramente questi huomini di natura dolce, massime se ci è accompagnato valore, si conciliano la benivolenza de gli altri, talmente che sono come padroni de’ popoli, et delle Città. Si legge di Moise che era mansuetissimo sopra tutti gli huomini della terra, et parimente la mansuetudine di David, è commemorata nelle sacre scritture, et ambedue di basso stato, furono esaltati et da Dio, et da gli huomini a grande potestà, ne però mancarono, quando fu bisogno di esercitar l’ira, ò più presto il zelo santo contra gli huomini peccatori, per gloria di Dio, questo si dice, perche niun creda che l’huomo mansueto non sappia, et non possa a luogo, et tempo, all’imperio della retta ragione, cavar della vagina il coltello dell’ira; anzi un gran savio del mondo dice, che il vero forte è fervente et bravo nella battaglia, ma altrove piacevole; et per contrario vediamo avvenir di molti che falsamente si arrogano titolo di valorosi, che nella conversatione commune, et nelle deliberationi civili, fanno del terribile, et nel tempo delle fattioni riescono codardi et vili. Sono anchora grandemente profittevoli nella republica gli huomini mansueti, percioche ne i consigli, ne i giuditii, nel governo, e in ogni deliberatione, sono come la triaca, et il temperamento de gli huomini rotti, collerici, et precipitosi, de i quali non ve ne mancano sempre nelle congregationi, et per la loro ruvidezza, et natura imperiosa, sono cosi poco grati, che tal’hora le buone opinioni si rifiutano, solo perche sono proposte da loro, oltra che eccitano discordie et risse, lequali l’huomo mansueto con la sua destrezza acquieta, et compone, onde ben disse Salomone; Vir iracundus provocat rixas, qui patiens est, mitigat suscitatas, cioè l’huomo iracondo, et collerico accende risse, et l’huomo patiente, et mansueto le mitiga, et restingue. Adunque utilmente sarà collacata la diligenza paterna in questa parte di allevar il figliuolo piacevole, et mansueto, et che possa tal volta, come occorre ne i commertii humani, sopportare, et dissimulare la impertinenza et inurbanità di qualch’uno, altrimenti un’huomo troppo sensitivo, et facile alla ira s’incontrarà molto spesso in occasione di grande inquietudine; et però diceva il Salvatore, imparate da me, che son mansueto, et humile di cuore et ritrovarete requie et pace a i cuori vostri.