Trofeo o sia magnifica colonna .../3

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Tav. III

../2 ../4 IncludiIntestazione 22 febbraio 2013 50% Da definire

2 4
Piranesi-14003.jpg
Piranesi-14004.jpg
Piranesi-14005.jpg
Piranesi-14006.jpg
Piranesi-14007.jpg
Piranesi-14008.jpg

Veduta del prospetto principale della Colonna Trajana

A. Piano moderno. B. Linea anticamente indicata sopra lo stesso sasso, che dimostra dov' era il piano antico della Colonna. Le Linee de punti E. indicano l' altezza delle pietre che compongono la Colonna.

SENATVS. POPVLVSQVE. ROMANVS
IMP. CAESARI. DIVI. NERVAE. F. NERVAE
TRAIANO. AVG. GERM. DACICO. PONTIF
MAXIMO. TRIB. POT. XVII. IMP. VI. COS. VI. P.P
AD. DECLARANDVM. QVANTAE. ALTITVDINIS
MONS. ET. LOCVS. TANTIS. OPERIBUS. SIT EGESIVS


Lo Scultore dando principio alla rappresentanza della Storia ci fa vedere li due Ponti 2. composti di barche; e benche siano l' uno all' altro vicini ha voluto indicare i due diversi passaggi 3.4. di Trajano alla testa del suo Esercito sopra due luoghi del Danubio, ovvero Istro facendo quivi scorgere la numerosa popolazione nel marciar dell' Esercito sopra i ponti; mentre di due passaggi ne forma un solo per adattarsi alla strettezza del sito, che non comportava altrimenti per rappresentare la veduta di un grande Esercito. Trajano sopra un Suggesto 5. composto di pietre quadrate sopra la Sedia, che chiamavasi Sella Castrense; essendo intorno a lui i suoi principali Capitani, ed altri Uffiziali fra quali a lato dello stesso siedono due, uno de quali può credersi che sia Lucio Prefetto.

6. Trajano ordina da merli degli alloggiamenti il proseguimento, con celerità, dei lavori alli Prefetti, e Capomaestri delle Munizioni de nuovi allogiamenti situati di qua, e di là da grosso fiume. 7. Trajano in altra situazione ordina la celerità a coloro che tagliano una Selva per uso delle nuove Fortificazioni in altri Alloggiamenti, e per togliere nello stesso tempo le imboscate a Nimici.

Trajano internatosi più che mai col suo Esercito si Equestre, che pedestre nel paese de Daci incontrando Selve da per tutto, e facendole tagliare per agevolare il cammino a suoi Soldati; toglie anche ai Daci il commodo d' imboscarsi, mettendo così in sicurezza il suo Esercito.

I Daci essendo stati maltrattati dall' Esercito Romano, ed essendo sorpresi dal terrore dell' arrivo di Trajano, inviano Ambasciatori 8. allo stessso a chiedere replicate volte la pace. I Daci niente avendo ottenuto da Trajano uccidono tutto il lor bestiame 9. e rendendo anche i loro campi stereli; combattano coi Romani, e restando oppressi si danno alla fuga; intanto Trajano commanda che si lascino in libertà le Donne 10. i Vecchi, e li Fanciulli. 9 Daci assalgono li Alloggiamenti de Romani e questi valorosamente si difendono.

11. Trajano imbarcato il suo Esercito pedestre, ed equestre sopra le Navi su'l Tibisco, lo riconduce nel Rabo, per entrare di poi nel Fiume Apulo; ed essendo arrivato, al luogo da lui destinato, ordina la sollecitudine dello sbarco; marciando egli alla Testa dell' Esercito. 12 Due esploratori Romani a cavallo 13. vengono a Trajano dandogli conto della vicinanza de' Nimici 14. Gli altri Soldati a Cavallo perseguitano la Cavalleria Sarmatica.

* Un Soldato Romano tenendo legato un Dacio lo conduce a Trajano in figura di Esploratore, che vien ricevuto per potersi regolare. 15. Machine, o sieno Carri, e Baliste, che mandano dardi lontano ai Nimici 16. La battaglia tra Romani e Daci è grandemente infierita. Gran' mortalità de Daci sul campo avendo ottenuta Trajano la Vittoria.

Dopo ottenuta la vittoria, ordina Trajano, che le Navi ferme fossero nel Fiume Apulo: ed egli incaminandosi al Fiume Sargezia sopra ponte di barche lo trapassò, per giungere a Sermazia, Città principale dè Daci, ov' era la Reggia di Decebalo. L' Esercito Romano, avendo gia passato il ponte 17. e fabbricati gli alloggiamenti 18. per sicurezza della venuta di Trajano. 19. Trajano passa il sud.o ponte col rimanente del suo Esercito 20. Trajano parla a suoi Soldati, animandoli a nuova battaglia. 21 Un Ambasciadore dè Daci si presenta a Trajano a far proggetti di pace ma niente concludendosi.

22. Si taglia la Selva per togliere a Nimici la commodità di qualche imboscata. 23. Due teste de Daci esploratori sono affisse sopra due aste. 24. I Romani incontrandosi in alloggiamenti de Nimici l' incendiano. 25. Trajano passa con il suo Esercito sopra un ponte fabbricato in un altro ramo del detto fiume Rabo. 26. I Daci avendo presa la fuga si nascondono ne monti. 27. I Soldati Romani fabbricano nuovi alloggiamenti fra quelle alpestri montagne.

28. Alcuni della Cavalleria alleata de Romani vengono assaliti da una imboscata de Daci, 29. ed avendo la peggio si riffugiano nelle parti più sicure di una Selva. 30.Trajano passando col suo Esercito per quelle alpestri montagne fa fare nuovi alloggiamenti 31.

32. Un prigioniero condotto a Trajano. 33. I Soldati Romani nel tagliare una Selva vengono sorpresi dai Nimici. 34. I Soldati Romani attaccati dall' altra parte i Nimici fanno di questi grandissima strage. 35. I Daci si rifuggiano ne vicini alloggiamenti. 36. La Testudine de Romani sotto un forte luogo de Daci opera che l'Esercito Romano non sia offeso nel suo passaggio.

37. Li Daci chiedono a Trajano la pace, ed egli stando sul Suggesto 38. impone da Vincitore le Condizioni a Decebalo 39. Rè de Daci; cioè che gli dasse nelle sue mani tutte le armi, le Machine belliche, e li Artefici di queste; tutti li fuggitivi Romani, o Compagni; che si spianassero le Fortezze, e Castelli tutti, che si abbandonassero da Daci li luoghi occupati, e che dai Daci tener si dovessero per Amici, o per Inimici tutti quelli, che per tali fossero sati dichiarati dal Senato Romano.

Avendo terminata Trajano felicemente la Guerra Dacica s' imbarca col suo Esercito nel Porto di Trieste 40. Si vede il numeroso Popolo alle rive del porto facendole acclamazioni festive per la Vittoria da lui riportata; e facendo Sagrifizj 41. per il felice suo viaggio. Per l' Adriatico giunge nel Porto di Ravenna; e quivi sbarcato egli, è l' Esercito pone in salvo le Navi nella Darsena 42. Trajano circondato da suoi primarj Uffiziali, e dall' Esercito 43. si dispone per la marcia verso Roma.

I Daci essendosi ribellati di nuovo, Trajano riconduce l'Esercito per lo stesso mare Adriatico al Porto di Trieste 44. Trajano incammina l' Esercito pedestre; ed equestre verso la Dacia.

Primo sanguinoso Combattimento nella seconda Guerra Dacica, ove vedesi una 45. delle più forti Città de Daci munita di doppie mura, da Romani assalita, i quali entrati nella medesima siegue una feroce battaglia fra loro, e li Daci, che vigorosamente si difendono.

Dopo ottenuta Trajano la Vittoria, e ricevuti gli Ambasciadori di Decebalo Rè de Daci, a lui inviati à chieder la pace, ne' ottenutala, Trajano cammina fra la Fanteria, e Cavalleria del suo Esercito 46. per proseguir la Guerra. 47. Trajano giunto in luogo sicuro, fa fermare l' Esercito, per fare i Sagrifizi per la riportata Vittoria. L' Altare è con tutta la pompa circondato dall' Esercito, ed intorno a Trajano stanno i principali Capitani, Signiferi, ed altri Uffiziali.

48 Trajano incaminandosi nuovamente con il suo Esercito, pone i suoi alloggiamenti con provisioni di viveri cioè con sacchi di biade, ed altro in alpestri monti I Soldati suoi ritrovano una sorgente d' acqua presso ad un Castello abbandonato; provedendosi di essa ne' vasi portatili. Tutto l' esercito in questo luogo 40. era composto di Romani, di Pannonnj, Germani, Illirici, ed altre Nazioni venute per comando di Trajano.

50. Viene assalita da Romani una Città de Daci, fortificata sopra d' alpestre Montagna. I Daci gettano sassi, e dardi. 51. Un Soldato Romano, salito coraggiosam.te sù d' una scala recide la testa ad uno de Daci. 52. I Soldati Romani frombolieri, difendono co' sassi i Romani assalitori 53. Trajano manda nuovi soccorsi, e da ordine a Prefetti delle machine che siano queste 54. condotte sotto le mura della Citta assed.ta

55. Un Re.golo de Daci viene genuflesso a Trajano, niente ottenendo. 56 I Daci piuttosto, che darsi in poter de Romani, si danno la morte con il veleno; ed incendiano 57. le lor Città per non lasciarle in preda al vincitore.

Soldati Romani, che dividono il grano, e lo trasportano 58. nell' alloggiamento di Trajano; vedendosi esso 59. che sta in atto di parlare a suoi Soldati, premiandoli, come in atto di dare il Congiario. I Capi delle Legioni ricevono gli ordini di distribuire a Soldati il premio. I Soldati animati da tal premio fabbricano nuove fortificazioni ne luoghi soggiogati della Dacia.

60 Gran copia di legname ove i Romani riattano le lor Navi in un Arsenale vicino all'Istro. 61. I Daci avendo sorpresi i Romani 62 in un forte luogo, ove s' erano stanziati, i Romani gittano giù de' gran' sassi sopra di loro; Questi formando una disordinata testuggine co' i scudi si difendono, dimostra per altro lo scultore aver essi avuta la peggio con gran mortalità, essendo costrette le reliquie de' Daci a porsi in fuga.

Trajano essendo ne' suoi alloggiamenti gli si presentano i Daci 63 con preziosi doni, chiedendogli la pace.64 La Cavalleria Romana perseguita fra quelle montagne, e selve, la Cavalleria dacica ivi ritirata. In questa veduta della colonna dalla lett.a C. fino alla Base D. si contano num. 10. fenestrelle situate perpendicolarm.te, e disegnate in forma più grande alla Tav.a le quali ricevono luce per quelli che ascendono alla scala interna.

Alcuni Soldati Romani raunati nel Pretorio, ove gli si mostra la testa del Rè Decebalo portata da due Soldati 65. sopra un disco. 66 Soldati Romani di sentinella innanzi al Pretorio. 67 Soldati Romani, che perseguitano le ultime reliquie de' Daci andandone in cerca per quelle alpestri montagne, e boschi, parte uccidendone, e parte facendone prigioni.eri Lo Scultore ci da a conoscere, essere que' luoghi abbondanti di selvaggi animali, e circondati da fiumi Il buco 68 che si vede, fu fatto per togliere il perno, come anche gli altri che si osservano in questa veduta.

1. La Scultura di questa ultima estremità della gran' fascia dimostra l' abbandonamento che fanno i Daci della lor Patria, partendo essi colle lor famiglie, robbe, e bestiami, lasciando il paese, scacciati, e forzati dalli Vincitori Romani; che nell' antecedente scultura veggonsi espressi senz' armi, essendo terminata la guerra, e divenuti eglino pacifici padroni della Dacia; ne mai lo Scultore ha voluto dimostrare (come ad alcuni credesi) una nuova Colonia, che s' introduca nelle Terre de Daci; non potendosi in miglior forma far apparire, e il soggiogamento di questa Nazione, e l' abbandonamento delli dilei Popoli del natio paese.