Utente:FranzJosef/Sandbox

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Macbeth [1] Pinocchio [2]. - Rientro paragrafo < span style="margin-left:2em" > Nievo[3]



Utili


INDENTATURA1[modifica]

 {{Indentatura|1em}}

ES:

La mobilia non poteva esser più semplice: una seggiola cattiva, un letto poco buono e un tavolino tutto rovinato. Nella parete di fondo si vedeva un caminetto col fuoco acceso; ma il fuoco era dipinto, e accanto al fuoco c’era dipinta una pentola che bolliva allegramente e mandava fuori una nuvola di fumo, che pareva fumo davvero.

__________


INDENTATURA2 ???

 <noinclude><div style="margin-left: 1em;"></noinclude>{{Indentatura|1em}}</div> 

ES:

Persona sua parrocchiana, e che soggiunga nella fede: Et inter ipsum, vel ipsam N., et N. Loci N., Diœcesis N., de cujus libertate constabit ex literis Curiæ N., non esse aliquod vinculum Consanguinitatis vel Affinitatis, nullumque obstare impedimentum etc., come sopra.
Ed affinchè i Parrochi possano con cautela regolarsi circa l'espressione della causa per la dispensa delle dinunzie, suggeriamo a ciascheduno d'essi di notificarla segretamente per Lettera, nel caso, che per qualche circostanza non fosse spediente esprimerla nella fede; e stimiamo approposito mettere sotto degli occhj loro le cause descritte dal Corrado nella sua Pratica regolata allo stile della Curia Romana Lib. VII. Cap. VII., come in appresso:
Prima causa est Contrahentium pudor, ob aliquam inter eos disparitatem, veluti si valde Nobilis ducat Ignobilem, vel valde Dives Pauperem, vel Senex Juvenculam, et econtra.
Secunda causa est, si contingat Virginem esse sub tutela iniqui Curatoris, qui eam Viro ignobili, et disparis conditionis tradere intendit.


Indirizzi[modifica]

Convenzioni_di_trascrizione[4]
Categoria:Sommari
Speciale:IndexPages
Re Orso sta in Re Orso :-) ma l'indice è .... bè, per trovarlo basta premere il link a forma di lente sul libro che sta a sinistra nel riquadro Intestazione; oppure segui i piccoli link a destra del testo, con il numero di pagina, in qualsiasi parte del testo. Ma se hai avuto difficoltà, mi scuso e mi preoccupo; è evidente che non stiamo dando per scontato cose che scontate non sono affatto.... :-( .... cercheremo di rimediare.

ho usato un doppio tipo di codice. Un codice sposta a sinistra un intero blocco di versi (template ms); un secondo sposta un solo verso a destra o a sinistra rispetto al blocco. L'autore ha fatto di tutto per rendermi la vita dura. La storia (una leggenda ambientata attorno all'anno mille) è avvincente, affascinante e.... terribile. E io dal titolo pensavo fosse una favola per bambini, con orsacchiotti e leprotti... :-( --Alex brollo (disc.) 00:00, 19 gen 2011 (CET)

Pagina_principale[5]
Guida_essenziale/Formattazione[6]
Discussioni_progetto:Trascrizioni#Centrato[7]
Template_etichetta/Aiuto[8]
Bozza_nuova_guida_alla_trascrizione[9]
Da trovare:
formattazione centratura poem
note pagine
regole rilettura
intestazioni?

ES rientro e maiuscola gigantesca[modifica]

All’egregio Signor Conte Arnaldo Arnaldi Tornieri afflittissimo per la morte di una sua Sorella.

I promessi sposi-018-2.jpgel ramo del lago di



Nessuna onesta persona si dorrà che Federico Schiller abbia messo in bocca del portinaio un canto mattutino al Signore, anzichè lo scurrile ed indecente cicaleccio del testo. Qualche altro passo (oltre una nuova disposizione di scene) ha lo Schiller modificato ed omesso, ed aggiunto altresì qualche proprio concetto. Licenze di cui la ragione, il buon gusto e la verecondia si faranno indarno campioni contro coloro che nei sommi scrittori adorano ogni cosa; argomento spesso che non ne intendono le vere e grandi bellezze, e danno appicco ai pedanti di biasimare quanto di bello seppe creare il genio straniero, spezzando le pastoie tradizionali per farsi più vicino al vero e alla natura.




hr style="width:3em; margin:auto" /

11

E il Re, dall’arsa gola,
Com’uom che inorridi,
Geme questa parola:
«Trol, se la foca hai spenta
5Qjial voce si lamenta
Prima che sorga il dì?»
Papiol sui storti piè
Fa un bell’inchino al Re;


Poi dice; «Principe!
10Paura ammanta
Di nero il fulgido
Raggio del sol.
T’han le vertigini
D’un’ora pazza
15Lo spirto assorto.
Questa è la gazza
Laggiù nell’orto
Che a notte canta».

D’un grido sol
20Tuonò la reggia:
«Viva Papiol!»


Allor soggiunse il Re: «Trol, quella gazza
23Ciarla troppo e schiamazza.
La scanna tosto; va».

25— «Buon Duca e Donno,

Nessun ti turbi il sonno». —

Sussi[modifica]

Sussibea [10]
pppassi [11]
Sussis [12]
Sussisdue [13]


Genera un fascicolo( ="bundle") partendo da una serie di file djvu già in nostro possesso.

Dopo aver inserito in un apposito indice (=directory) i file da unire:

1- selezionare l'indice prescelto,

2- decidere quale ordine dare ai file (alfabetico, numerico o “by PDG”?). (Da alcuni indizi mi è venuto il sospetto che l'"ordine PDG" sia una specie di ordine alfabetico per caratteri cinesi. Sospetto eh..., non sicurezza!)

3- scegliere il nome del file “bundled” finale.

e meno male che te lo fanno scegliere perché, l'indice non si potrà mai più cambiare: si rischia la sovrapposizione!1 L'autore del programma si scusa ma asserisce che questa impossibilità di spostamento deriva dall'impostazione delle routine djvu 2).

4 -Go3.

Attenzione non si possono scegliere i file da inserire. Tutto quello che il programma trova il programma indicizza. Eventualmente usare “Editor” per eliminare pagine non volute. (Però è un giro in più…).

Note

  1. Dei due indici? uno sopra l'altro? affiancati? reciprocamente annullati?
  2. ?
  3. È un comando da dare? un invito dell'autore al lettore?