Varon Milanes/All'illustre signor Ercole Galarato

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
All'illustre signor Ercole Galarato

../ ../Strambott de Prissian da Milan a Varon Milanes IncludiIntestazione 28 giugno 2016 100% Da definire

Varon Milanes Strambott de Prissian da Milan a Varon Milanes
[p. 5 modifica]

ALL’ILLUSTRE SIGNOR

ERCOLE GALARATO

PADRON MIO OSSERVANDISSIMO.


VEdendo io, che con tanta istanza vien ogni giorno ricercato quel libretto delle parole Milanesi, e sapendo, che quel grande Amico di V. S. Illustre, dico il Sig. Ignazio Albano, l’aveva nelle mani per emendarlo ed accrescerlo, io l’ho sollecitato per mandarlo alle stampe; ma essendo egli sopraggiunto da nuovi affari non l’ha potuto perfezionare conforme al di lui desiderio; poichè vi manca gran parte delle interpretazioni, ed in maniera veruna non lo voleva dare così imperfetto: ma importunato da mie preghiere si è finalmente contentato darlo, promettendo, con la prima commodità compirlo del tutto; e perchè sò che fu sempre suo intento il dedicarlo a V. S. Illustre, come già molte volte glielo disse, essendo amendue nella mia bottega, perciò sì per esequir in parte il di lui intento, sì anche [p. 6 modifica]per soddisfare, ancorchè non del tutto, all’obbligo, qual tengo con V. S. ancorchè picciol dono, glielo dedico insieme con un vivo desiderio di poterle sempre humilmente servire.
Dalla mia Libreria il dì 6. Marzo 1606.

Di V. S. Ill.


Umilissimo servitore


Gio. Jacomo Como.