Avanti gloriose schiere

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
XX secolo

A Canti cantastoria Avanti gloriose schiere Intestazione 12 aprile 2013 75% Canti

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT

Lascio mamma, la dolce casetta,
la mia piccola bimba d'amor,
ed afferro il destino che aspetta,
per segnare di gloria il mio cuor;
e nei petti, nel sangue di tutti,
un sol grido: l'Impero. E si avrà!
 
2 Avanti gloriose schiere,
pianteremo le bandiere tricolori,
avrà l'Africa un sol nome: Roma,
è il gran nome dell'eterna civiltà.
 
3Tu mi baci, o fanciulla gentile,
e mi dici: con te partirò, dammi solo
il tuo amore e un fucile,
il coraggio e la fede l'avrò.
Sono donna d'Italia e non lascio,
chi all'Italia un Impero darà.
 
4 Avanti gloriose schiere,
pianteremo le bandiere tricolori,
avrà l'Africa un sol nome: Roma,
è il gran nome dell'eterna civiltà.

5E il ricordo dei vecchi soldati,
che conduce sul nuovo cammin,
tanti verdi avieri abbracciati,
stretti tutti in un solo destin,
”Giovinezza” si canta e quel canto
forza, amore e conquiste ci dà.
 
6 Avanti gloriose schiere,
pianteremo le bandiere tricolori,
avrà l'Africa un sol nome: Roma,
è il gran nome dell'eterna civiltà.