Bestiario moralizzato di Gubbio/58. De l'avoltoio

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
58. De l'avoltoio

../57. De l'usignolo ../59. De la balena IncludiIntestazione 18 maggio 2008 75% Poesie

57. De l'usignolo 59. De la balena

 
Ben de lontano sente l’avoltore
se novella carognia facta ène,
ke·lli ne porta lo vento l’odore:
4ello si leva, in quella parte tene.

Così a l’alma de lo peccatore
d’entro l’onferno lo Nemico vene,
se di nullo peccato fa sentore
8ke per quella casgione ci abbia spene.

Elli odora lo male pensamento,
lo rio deserio e mala volentate,
11lo falso parlamento e l’operare.

De gire nello luogo non è lento
ove so’ le persone sciordinate:
14però convene la gente guardare.