Bestiario moralizzato di Gubbio/62. Del dragone

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
62. Del dragone

../61. De la vipera ../63. De l'aspido serpente IncludiIntestazione 18 maggio 2008 75% Poesie

61. De la vipera 63. De l'aspido serpente

 
Odo ke lo dragone non mordesce:
sotrae dolzemente e va lechando,
e per quello lecare omo perescie,
4k’a poco a poco lo va envenenando.

Così ki co la lengua proferesce
belle parole e va male ordinando,
dà lo veneno a ki lo soferesce,
8ke li falesce ciò ke va sperando.

Non morde lo Nemico enprimamente:
lecca e losinga per trare a lui
11la deletosa gente secolare.

Ki più li se farà benevolente,
maiuremente consuma e destrui,
14po’ non è dato a fare altro ke male.