Canzoniere (Rerum vulgarium fragmenta)/Ben sapeva io che natural consiglio

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Ben sapeva io che natural consiglio

../L'aspetto sacro de la terra vostra ../Lasso me, ch'i' non so in qual parte pieghi IncludiIntestazione 22 settembre 2008 75% Poesie

L'aspetto sacro de la terra vostra Lasso me, ch'i' non so in qual parte pieghi

 
Ben sapeva io che natural consiglio,
Amor, contra di te già mai non valse,
tanti lacciuol’, tante impromesse false,
tanto provato avea ’l tuo fiero artiglio.

5Ma novamente, ond’io mi meraviglio
(diròl, come persona a cui ne calse,
e che ’l notai là sopra l’acque salse,
tra la riva toscana et l’Elba et Giglio),

i’ fuggia le tue mani, et per camino,
10agitandom’i vènti e ’l ciel et l’onde,
m’andava sconosciuto et pellegrino:

quando ecco i tuoi ministri, i’ non so donde,
per darmi a diveder ch’al suo destino
mal chi contrasta, et mal chi si nasconde.