Che se tornar dopo tant’anni e tanti

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Giambattista Felice Zappi

S Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Intestazione 13 ottobre 2019 100% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT

Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Rime dell'avvocato Gio. Batt. Felice Zappi e di Faustina Maratti sua consorte

[p. 17 modifica]

XXXVI.1


Che se tornar dopo tant’anni e tanti
     Il divin Raffaello alla primiera
     Vita potesse, e rinnovar suoi vanti,
     Qual si rinnova la Fenice altera!
5Bello il veder le chiare ombre di quanti
     Pria dipinsero, e poi corona e schiera
     Fargli d’intorno, ed esso agli altri avanti
     Spiegar la non mai vinta alta bandiera!
Ma che direbbe poi veggendo il pio,
     10Figlio anch’ei del Metauro, Eroe cui porse
     Roma l’Impero, e il Ciel le chiavi offrio?
Padre, e Signor direbbe, e qual mi scorse
     Ventura, ah ben dovea sorgere anch’io,
     Or che Giulio e Leone in Voi risorse.

Note

  1. Loda il Pontefice Clemente XI.