Dov'è la bella età, che gigli e rose

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Enea Antonio Bonini

Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Dov'è la bella età, che gigli e rose Intestazione 8 luglio 2017 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT


Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti d'alcuni arcadi più celebri/Enea Antonio Bonini


[p. 67 modifica]

ANTONIO BONINI.


I


Dov’è la bella età, che gigli e rose
     Sulle tenere guance vi dipinse?
     Dov’è l’oro del crin, che in pregio vinse
     Quel, che natura sotto i monti ascose?
5Dove son le pupille luminose,
     Ch’ogni amante guatando in sè si strinse,
     Gridando, che per farle Amore estinse
     In Ciel due stelle, e in fronte a voi le pose,
Or se potete, o Filli, richiamate
     10Sì che tornino a voi così begli anni,
     Onde sì vaga un’altra volta siate.
Ah che ben puote de’medesmi panni

[p. 68 modifica]

     Rivestirsi ciascun, ma dell’etate
     Veste non v’è, che ci ricopra i danni.