El gran prodigio di tre soli - Versione diplomatica/El gran prodigio di tre soli

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
El gran prodigio di tre soli apparsi in Franza adi nove de setembrio a hore tredese in di de sabbato.Cosa molto stupenda

IncludiIntestazione 9 settembre 2017 75% Da definire

El gran prodigio di tre soli apparsi in Franza adi nove de setembrio a hore tredese in di de sabbato.Cosa molto stupenda

[p. Occhiello modifica] [p. 2 modifica]II L L V S T R I S S I M O Et Eccellentiſſimo Signor mìo:ſcio che la. S.V. hauera grandiſſimo deſiderio de intendere qualche noue dele Coſe che ſono ſucceſſe in queſte bataglie:ma a uoler dir tutti li caſi occorſi no baſtaria uno anno di tempo:& per dare a. V. S. pur qual che parte li daro auiſo de un nouo prodigio de tre Soli apparſi in Francia coſa maraueglioſa da far ſtupir ognun che leggera:& queſta do per uera & chiara ala. V.S. Eſſendo io Apariſe a di noue de Settenbrio a hore tredeſe uidi tre Soli doi prodigioſi & el noſtro naturale fuor di natura Crudeliſſimi:ognhuomo mētre che gli ſta nel gōfiato & procelloſo pelago di queſto uaſto & cieco mondo ſummamente deſidera di ſaper & conoſcere non ſolamente le coſe preſente ma etiam dio le future & ala inueſtigation di quelle ogni ſuo ſtudio & arte ripone. Il che eſſendo licito & cōceſſo ali aſtrologi & philoſophi di poter aſtronomicamente ragionare dele coſe che ſogliono aduenire.mi ha parſo col baſſo infimo & debile mio Ingeno ſi non in tutto al meno in qualche parte darui notitia di quello ſignificano i tre Soli nouamente aparuti nella Francia:& queſto faccio, accio che li huomeni più ageuolmente poſſano paſſare linfelice & trauaglioſa lor uita poſponendo le lor maluagie & uitupereuoli operationi & accoſtādoſi al ſanto & coſtumato uiuere & finalmēte acio che ſe poſſono ſaluarſi da tali & tanti manifeſti e non penſati pericoli li quali di continuo ci ſtanno ſopra le ſpalle. Sono adonque come ciaſcaduno di uoi puo eſſer per ueduta intelligentia manifeſto apparuti tre Soli il ſabbato ale tredeſe hore adi noue de Settēbrio del preſente anno» M.D.XXXVI, i quali per li rubicondi & [p. 3 modifica]ardenti lor raggi abarbagliauano la uiſta de riguardanti uno de iquali eſſendo al lato deſtro del noſtro Sol natural reguardaua verſo Loriente & era tutto pieno di fuoco come una coda longa & dritta laltro dimorando al lato ſeniſtro remiraua uerſo Loccidẽte & ugualmente egli haueua la coda longa & dritta non perho era coſi affocata come el primo & in picolo ſpacio di tempo i doi Soli ſpariteno & rimaſe il noſtro naturale il che datto grandiſſima admiratione a tutti chi queſto uidero & queſti accidentali ſoli che circondano il noſtro ſol natural euidentiſſimamente dimoſtrano la euerſione de cita & lochi il reuolgimento de ſtati & Signorie le grandi & ſanguinoſe battaglie la noioſa & graue deſtruttione de reami gli iuuiſitati & periglioſi terremoti la pluration di peſtilẽtia crudele:lo importabile carico de la Careſtia de tutte le coſe: le ſubitanee & improuiſe morte & finalmente le regedi & aſpri caſtigamenti le molte angoſcie e tribulatione che generalmente patira la ſconſolata & afflitta chriſtianita di che ſara primiera cagione la Luterana ſetta & pagani la qual con la laſciuia & falſa ſua legge ingegneraſſi deſottomettere il natural Sole cioe il popolo chriſtiano obſeruator della euangelica legge. O quanto ſangue ſi ſpargera:O quãti morirano de fame: O quãti pe le peſtifere & altre infirmitade mortali ſaranno da li loro amici & parẽti al tutto abbãdonati:O quanti in aqua ſi ſommergeranno: O quãti miſerabilmente ſaranno mãgiati da Cani:& altre fiere crudele per eſſer li lor corpi inepulti:laſciati ſopra la terra: & quantunche lafflitta & miſera chriſtianita,ſia per patir flagelli ruine abruſciamẽti grandiſſimi ſtratii & occiſione coſi promitente la [p. Colophon modifica]divina Iuſtitia per li uituperoſi & dishoneſti uitii che in noi ſi regeno non perho tali infortuni durerano longo tempo percio che il natural Sol repreſentator del ſummo pontiſice & del Imperadore Romano abruſciara & annihilera li doi accidentali Soli onde per uno di loro ouer per ambi doi ſeguira la deſtruttione di tal cõduttore & di ſua ſetta & con laiuto del ſummo & magno Iddio ſara puniti bruſciati & diſtrutti li auttori, & li lor ſeguaci & mutaranſi i coſtumi, & il uiuer noſtro & acio che uoi compimo la uicina ruina pregoui uoi auditori tutti quanti che laſciati il uitio che de tãti flagelli e prima cagione per cio che ſenza di queſto nõ potremo noi placar lira de Iddio etſi come uoi ſiati le un medeſimo corpo nelle legge de Chriſto coſi uoglian cõcordeuolmẽte uolger ii pẽſieri uoſtri & le uoſtre arme contra coloro che cercano de anihilar el nome de Chriſto & la legge ſua ſantiſſima, &ſe coſi noi faremo Iddio pio & iuſto uoltara la faccia dela ſua diuina bonta & remouera li flagelli le ruine gli incendii & le uiolenti morti le quale hauera preparare per le grandiſſimi & teſtibili peccati noſtri.


Laus Deo

Impreſſa in Roma per Albertin Zanelli

M.CCCCC.XXXVI.