Favole (Fedro)/Libro primo/XIII - La Volpe e il Corvo

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Libro primo: XIII - La Volpe e il Corvo

../XII - Il Cervo alla fonte ../XIV - Il Ciabattino fintosi Medico IncludiIntestazione 25 febbraio 2012 75% Favole

Fedro - Favole (I secolo)
Traduzione dal latino di Giovanni Grisostomo Trombelli (1797)
Libro primo: XIII - La Volpe e il Corvo
Libro primo - XII - Il Cervo alla fonte Libro primo - XIV - Il Ciabattino fintosi Medico
[p. 167 modifica]

FAVOLA XIII.

La Volpe e il Corvo.


SI pente in van cui finta lode alletta,
     Che ria vergogna suo mal grado il segue.
          * Mangiar volea sovra alto ramo assiso
     Il cacio tolto a una finestra il Corvo.
     5La volpe il vede: o come belle sono,
     Dice, le penne tue! qual leggiadria
     Ne le tue membra scorgo, e nel sembiante!
     Se al resto è ugual la voce, fra gli augelli
     Nessuno tuoi pregi adegua: allor lo stolto
     10Per farsi udir, lascia la preda, e canta.
     L’ingannevol Volpetta avidamente
     Il cacio addenta. Allor s’avvide il Corvo,
     Ma tardi, e si lagnò di sua follìa.
     Sempre al valor prevalse l’accortezza.