Favole (Fedro)/Libro quarto/I - La Donnola, e i Topi

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Libro quarto: I - La Donnola, e i Topi

../ ../ II - La Volpe, e l'Uva IncludiIntestazione 11 novembre 2011 75% Favole

Fedro - Favole (I secolo)
Traduzione dal latino di Giovanni Grisostomo Trombelli (1797)
Libro quarto: I - La Donnola, e i Topi
Libro quarto Libro quarto - II - La Volpe, e l'Uva
[p. 211 modifica]

DELLE


F A V O L E


DI


FEDRO





LIBRO QUARTO.


FAVOLA I.

La Donnola, e i Topi.


LIeve forse ti sembra, e folle cura,
Se allor che son da gravi studj scarco,
Scrivendo io scherzi; ma tu queste baje
Penetra: oh quanto d’util v’è racchiuso!
5Non sempre son quai pajono le cose,
E più d’uno deluse il primo aspetto:
Sicchè rado addivien, che quando avvolse
Ne le tenebre l’arte, tu lo scopra;
E ch’io nol finga, mostrerà il racconto
10De’ Topi e de la Donnola. Da gli anni

[p. 212 modifica]

     Resa inetta una Donnola a raggiungere
     Gli snelli Topi, entro a farina involta
     Per cotal guisa in luogo oscuro giacque,
     Che parea morta. Un Topo esca la crede,
     15E se le avventa: essa lo azzanna, e uccide;
     Così al secondo, al terzo, e ad altri accade.
     Al fin ne vien un che forbito, e lacci,
     E trappole più volte avea scampato.
     Scoprì lunge l'inganno, e fossi, dice,
     20Tu che giacente entro farina io scorgo,
     Salva così come farina sei.