Favole (La Fontaine)/Libro sesto/IX - Il Cervo che si specchia nell'acqua

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Libro sesto

IX - Il Cervo che si specchia nell'acqua

../VIII - Il Vecchio e l'Asino ../X - La Lepre e la Testuggine IncludiIntestazione 16 ottobre 2009 50% raccolte di fiabe

Jean de La Fontaine - Favole (1669)
Traduzione dal francese di Emilio De Marchi (XIX secolo)
Libro sesto

IX - Il Cervo che si specchia nell'acqua
Libro sesto - VIII - Il Vecchio e l'Asino Libro sesto - X - La Lepre e la Testuggine

 
D’una fonte nel liquido cristallo,
con suo dolore ed ira
esclama un Cervo, mentre si rimira:
- Quale contrasto, oh vedi,
fra la mia testa e i piedi!
Mentre le corna i bei rami dispiegano
come una selva, ahimè!
i piedi sono asciutti come legni,
per quel ch’io veggo, e non degni di me -.

Un can, mentr’ei si duole,
uscendo a un tratto, tronca le parole.
Il Cervo presto, via,
nei boschi per un pezzo si fuggìa.
Se non che noia e danno
le belle corna a un bel fuggir gli fanno,
inutil benefizio
che in testa gli regala il Cielo ogni anno,
e che de’ piedi intralciano il servizio.

Questo Cervo, che si specchia
alla fonte, ti fa prova
di non poche genti insane,
che disprezzan ciò che giova
per amor di cose vane.