Favole di Esopo/Dell'Agnello, e del Lupo

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Dell'Agnello, e del Lupo

../Dell'Aquila, e del Corvo ../Del Cane, e del Bue IncludiIntestazione 30 dicembre 2017 100% Da definire

Esopo - Favole di Esopo (Antichità)
Traduzione dal greco di Giulio Landi (1545)
Dell'Agnello, e del Lupo
Dell'Aquila, e del Corvo Del Cane, e del Bue
[p. 190 modifica]

Dell’Agnello, e del Lupo. 155.


L’Agnello andava col Becco, ed il Lupo gli disse. Perchè hai tu abbandonata tua Madre, e seguiti il Becco puzzolente? Torna a tua Madre, che ha le Mammelle piene di latte, sperando levarlo dal Becco, e mangiarselo, ma quello rispose. Mia Madre m’ha dato in guardia a questo; però più tosto voglio obbedire mia Madre, che a te: con queste parole mi volesti levar di quì per divorarmi.

Sentenza della favola.

Moralità. Non dar fede ad ogn’uno, perchè sono molti, che dimostrano giovare, e nuocono.