Favole di Esopo/Del Cane, e del Bue

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Del Cane, e del Bue

../Dell'Agnello, e del Lupo ../Di un fanciullo, e di alcuni Villani IncludiIntestazione 30 dicembre 2017 100% Da definire

Esopo - Favole di Esopo (Antichità)
Traduzione dal greco di Giulio Landi (1545)
Del Cane, e del Bue
Dell'Agnello, e del Lupo Di un fanciullo, e di alcuni Villani
[p. 190 modifica]

Del Cane, e del Bue. 156.


Il Cane dormiva in una mangiatoja piena di fieno, e venendo il Bue per mangiare, il Cane non voleva, per invidia, ch’ei [p. 191 modifica]mangiasse. Il Bue disse: Dio ti faccia del male, perchè tu non mangi il fieno, nè lo lasci mangiare ad altri.

Sentenza della favola.

La favola dimostra, che sono molti, che per invidia non lasciano far ad altri quel, che non possono far loro.