Favole di Esopo/Della Civetta, e della Nottola

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Della Civetta, e della Nottola

../Del Moro ../Delle Lumache IncludiIntestazione 30 dicembre 2017 100% Da definire

Esopo - Favole di Esopo (Antichità)
Traduzione dal greco di Giulio Landi (1545)
Della Civetta, e della Nottola
Del Moro Delle Lumache
[p. 131 modifica]

Della Civetta, e della Nottola. 59.


La Civetta pendendo da una finestra, la Nottola gli domandò la causa, perchè il [p. 132 modifica]giorno stesse quieta, e la notte cantasse. Quella rispose, che questo ella faceva, perchè un giorno cantando fu presa. Allora la Nottola disse: Adesso non importa, che tu sii cauta, perchè non hai alcuna utilità, ma questo dovevi fare avanti, che fossi presa.

Sentenza della favola.

La favola significa, che nelle avversità è inutile la penitenza.